Alfie Evans, tutto pronto per staccare la spina. Proteste davanti all’ospedale

Alfie Evans, tutto pronto per staccare la spina. Proteste davanti all'ospedaleAnche l’ultima speranza dei coniugi Evans si è spenta quando la Corte Suprema britannica ha deciso di rigettare l’ultimo ricorso presentato la scorsa settimana. Per i giudici, infatti, non ci sono i presupposti per accogliere la richiesta dei due genitori poiché il bambino non avrebbe alcuna speranza di migliorare qualora venissero praticate delle terapie. A nulla sono dunque serviti gli appelli del papa, che ha ricevuto Thomas Evans a Casa Santa Marta accettando di condividere il suo messaggio (la vita appartiene a Dio), e quelli del disperato genitore che fino a ieri aveva rivolto una richiesta di intervento alla Regina Elisabetta II con su scritto: “Fermi questi ordini crudeli non autorizzati da alcuna legge”. Nella richiesta il giovane padre si soffermava sulla ingiusta presa di posizione da parte dei giudici che non avrebbero alcuna autorità sulla vita dei sudditi di Sua Maesta la Regina.

I protestanti assalgono l’ospedale dopo la decisione della Corte Suprema

Immediatamente dopo la decisione di rigettare il ricorso presa dai giudici della Corte Suprema, Thomas Evans ha annunciato che presto avrebbero staccato la spina a suo figlio. A quanto pare, infatti, l’ospedale in cui Alfie è ricoverato gli ha mandato un piano per lo spegnimento dei macchinari, dove vengono indicati i passi che precederanno l’interruzione della ventilazione, e questo ha immediatamente pubblicato la tabella con gli orari sul proprio profilo Facebook. In breve tempo una folla formata da un centinaio di manifestanti si è presentata all’ingresso dell’Alder Hey Hospital di Liverpool per protestare contro le procedure di distacco dai supporti vitali.

Secondo quanto riferito dall’emittente locale ‘BBC‘, i manifestanti si sono assiepati di fronte all’ingresso della struttura ospedaliera ed hanno cominciato a urlare slogan contro la decisione del tribunale “Salvate la vita ad Alfie Evans”. I membri dell’ospedale hanno quindi chiamato le forze dell’ordine che si sono occupate di far sgomberare la folla di manifestanti.

Luca Scapatello