Papa Francesco prega sulla tomba di Don Tonino

Papa Francesco prega sulla tomba di Don Tonino
Papa Francesco prega sulla tomba di Don Tonino

Papa Francesco ha fatto visita alla tomba di Don Tonino Bello la mattina di venerdì 20 aprile. Il pontefice è sceso all’interno del cimitero di Alessano (Salento, Puglia) direttamente dall’elicottero e si è quindi fermato dinnanzi alla tomba del vescovo per tributargli una preghiera. La scena è stata testimoniata dalle riprese televisive (Tv 2000) in cui si nota un forte vento che costringe il papa a tenere in mano la papalina ed un silenzio pacifico che viene osservato anche da tutti coloro stavano assistendo alla preghiera del Santo Padre. Completata la preghiera, papa Francesco si è fermato qualche passo più in là per pregare anche sulla tomba della madre di Don Tonino.

Don Tonino esempio positivo di cristianità

Nel parlare della sua visita alla tomba di Don Tonino, il pontefice ha fatto notare come la lapide non protenda verso l’alto, ma sia ben piantata nel terreno e che il vescovo è ben piantato nella sua terra. Questo dettaglio serve a papa Francesco per parlare di ciò che ha rappresentato il vescovo durante la sua vita: “Il desiderio di una Chiesa per il mondo: non mondana, ma per il mondo. Una Chiesa non mondana! Che il Signore ci dia questa grazia: non mondana, ma al servizio del mondo”commenta il Santo Padre.

Successivamente a questa dichiarazione, come riportato da ‘Ansa‘, Bergoglio conclude il suo intervento dicendo: “Una Chiesa monda di autoreferenzialità ed estroversa, protesa, non avviluppata dentro di sé non in attesa di ricevere, ma di prestare pronto soccorso; mai assopita nelle nostalgie del passato, ma accesa d’amore per l’oggi, sull’esempio di Dio, che ‘ha tanto amato il mondo’”. Il papa è stato anche omaggiato di una stola appartenuta a Don Tonino Bello e di una veste ricamata dalle donne del paese dai fratelli del vescovo Tritone e Marcello.

Luca Scapatello