Ritorna lo spettro demoniaco | In aumento vertiginoso i casi di esorcismo

Il numero di richieste di esorcismi durante il lockdown dovuto alla pandemia si era sentito affermare che, come per magia, era calato. Purtroppo, però, ora la realtà torna a bussare con irruenza, lanciando a tutti un forte allarme. 

Pare infatti che, ora che è terminato il periodo di chiusura, il dolore di tanti uomini e donne torni a presentarsi più forte che mai, chiamando in causa i tanti sacerdoti esorcisti che dovranno affrontare il male più di prima.

photo web source

Pare infatti che da alcune settimane si sia innalzato vertiginosamente il boom di richieste di preghiere di liberazione e di veri e propri esorcismi, a differenze dei mesi precedenti e dello scorso anno in cui le stesse avevano registrato un forte crollo a causa dell’impossibilità di spostarsi, incontrarsi, uscire di casa per ragioni sanitarie e delle imposizioni date dai Governi.

Il male che ora ritorna con sempre più violenza

In sostanza, ha spiegato il sacerdote esorcista padre Cesare Truqui alle agenzie stampa, anche la caccia a satana ritorna a pieno regime per contrastare il male che ogni giorno provoca nel mondo e in tante vittime, ingannate dalle sue seduzioni e tentazioni. “Nel lockdown gli incontri erano quasi nulli”, ha spiegato il sacerdote, registrando però una netta inversione di tendenza.

LEGGI ANCHE: Esorcismi in calo: il Coronavirus fa più paura del demonio?

Alcuni esorcisti, per tentare d arginare i casi più duri e disperati in cui il demonio sembrava avere campo libero, erano scesi in campo con guanti, mascherine e precauzioni varie. Tuttavia, ora gli esorcisti si trovano davanti un lavoro estremamente pesante, carico e impegnativo. Oltre ai nuovi casi infatti, spiega il religioso che ha ereditato il ruolo di padre Amorth come decano degli esorcisti, ci sono anche gli “arretrati”.

Don Cesare Truqui – photo web source

I tanti casi che sembravano essere spariti durante la pandemia

“Sono tanti i casi di quelli che non si potevano vedere a causa delle restrizioni per il Covid e che ora si rivolgono a noi”, spiega ancora. Proprio in vista di questa situazione problematica, a Roma inizierà un importante corso di accademica ed interdisciplinare per quanti esercitano il ministero dell’esorcismo e la preghiera di liberazione.

LEGGI ANCHE: Satana se lo conosci, lo eviti! Storie da brividi: esorcismi e visioni dell’inferno

Corso che si terrà all’interno del prestigioso ateneo Regina Apostolorum di Roma, in collaborazione con il Gruppo di Ricerca Socio-religiosa e Informazioni di Bologna. Dove verranno affrontati aspetti di studio diversissimi tra loro, ma con un unico denominatore comune: la lotta contro l’azione del maligno che ogni giorno imperversa con sempre maggiore violenza, in un mondo che si allontana sempre più da Dio, o almeno così pare in superficie.

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: redazione@lalucedimaria.it