Quanto tempo è necessario dedicare al nostro benessere interiore

Quale valore e importanza diamo alla nostra anima nella quotidianità della nostra vita? Spesso si rischia di trascurare quel tempo che è linfa per il nostro stare bene ogni giorno.

Quanto è utile pregare? Quanto la pratica ci avvicina alla fonte dell’amore che è Dio? ragazzo inginocchiato che prega

photo web source

Il valore della nostra preghiera

Pregare è l’ossigeno della nostra vita. Sono le parole che Papa Francesco ha utilizzato per spiegare il valore della preghiera stessa nella vita di un cristiano. Ma, molto spesso, pensiamo che pregare più del dovuto, sia qualcosa di inutile.

Una fedele, per questo motivo, ha posto una domanda ad un sacerdote: “Ho sempre avuto un dubbio: ogni mattina prego offrendo per ogni persona che ho nel cuore e bisognosa della grazia di Dio coroncine alle Sante Piaghe, al Sacratissimo Sangue di Gesù, suppliche a San Giuseppe ecc. (Preghiere comunque che secondo la tradizione sono tutte state dettate da Gesù a Santi o beati). Sbaglio a trascorrere un’ora e più così?”.

Si prega troppo o troppo poco?

La risposa di Padre Angelo non si è fatta attendere: “Il Signore non dice di pregare poco, ma di pregare sempre senza stancarsi mai […] Gesù stesso ci ha dato l’esempio della perseveranza nella preghiera anche nel chiedere la medesima grazia. Secondo il Vangelo di Matteo nell’orto degli olivi pregò una prima, una seconda e una terza volta sempre nel domandare la stessa cosa: “Padre mio, se è possibile, passi via da me questo calice! Però non come voglio io, ma come vuoi tu”. San Luca, a proposito della preghiera di Gesù nell’orto degli olivi, scrive: “entrato nella notte, pregava più intensamente”.

La nostra preghiera, ed il tempo che con essa trascorriamo, ci differenzia dagli altri: “Sant’Agostino, che conosceva bene la mentalità dei pagani perché ci viveva in mezzo, dice che di fatto i pagani, pregando i loro idoli (i loro dei), pregavano i demoni. Questa affermazione, prima che in Sant’Agostino, la si trova in San Paolo il quale a proposito dei sacrifici offerti dai pagani ai loro dei scrive: “Quei sacrifici sono offerti ai demòni e non a Dio. Ora, io non voglio che voi entriate in comunione con i demòni”.

LEGGI ANCHE La preghiera per prendere le giuste decisioni durante la giornata

Padre Angelo: “La differenza che c’è sempre stata fra noi e i pagani”

Secondo San Tommaso “i pagani moltiplicavano le parole nelle preghiere per tre motivi: Primo, per indicare la loro intenzione dei demoni che adoravano in quanto essi non avrebbero potuto conoscerla senza che fosse loro manifestata. Secondo, per richiamare l’attenzione dei demoni assenti, e a questo motivo allude Elia dicendo ai sacerdoti di Baal che pregavano a lungo: «Gridate con voce più alta, perché certo egli è un Dio! Forse è sovrappensiero, oppure indaffarato o in viaggio; casomai si fosse addormentato, si sveglierà». Terzo, per inclinarli alla misericordia con la persuasione delle parole” – spiega il sacerdote.

La preghiera serve a noi

Quanto è bello pregare: “La nostra preghiera invece non serve a Dio, il quale conosce in anticipo le nostre necessità. Serve invece a noi perché sappiamo valutare bene ciò che chiediamo e nello stesso tempo perché ci disponiamo a ricevere le grazie che il Signore ha già decretato di darci.

LEGGI ANCHE: Possiamo pregare l’Angelo Custode di un’altra persona?

Scrive San Giovanni Crisostomo: “Colui che ti ha creato ti ha anche mostrato che cosa vuole che tu faccia. Non vuole che tu smetta di pregare, vuole che tu ponderi nel tuo cuore le benedizioni che chiedi; vuole che pregando tu riceva ciò che la sua benignità desidera concederti. Egli non rifiuta mai le benedizioni a chi prega, piuttosto sprona gli uomini con la sua misericordia perché non vengano meno nella preghiera. Accogli volentieri l’esortazione del Signore: devi volere ciò che egli comanda, e non volere ciò che gli proibisce”.

Pertanto continua a pregare così. Più a lungo preghi, sempre più dilati il tuo cuore a ricevere i doni che il Signore ti vuole accordare. Oppure: quanto più preghi tanto più apri la tua mente a comprendere ciò che giova o non giova al tuo bene e al bene delle persone per le quali preghi” – conclude Padre Angelo.

Fonte: amicidomenicani

LEGGI ANCHE: Perché pregare da soli è bene ma farlo insieme dà più forza?

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: redazione@lalucedimaria.it