Papa Francesco, oggi è il sesto anniversario del suo pontificato

Da quanti anni dura il pontificato di papa Francesco?

Oggi, 13 marzo 2019, è il sesto anniversario dell’elezione di Bergoglio in qualità di Santo Padre.

oggi è il sesto anniversario del suo Pontificato
(Getty Images)

I sei anni di pontificato di papa Francesco: periodo di cambiamento segnato da dure lotte intestine e scandali

Quando il conclave di cardinali ha scelto l’arcivescovo di Buenos Aires Jorge Mario Bergoglio come papa, lo ha fatto con la consapevolezza di dover puntare su un uomo che riuscisse a creare una frattura con quella che era stata la politica della Chiesa fino a quel momento. Da troppo tempo, infatti, la politica ecclesiastica era stantia, incapace di adeguarsi ai tempi che cambiavano ed incapace di superare gli scandali che l’avevano colpita.

Sin dal primo giorno papa Francesco ha dimostrato di poter modificare l’immagine della Chiesa, proponendosi come un papa restio ad accettare i benefici derivanti dalla sua carica e deciso a riportare il Vaticano in strada. Rinunciare alle vestigia papali e all’auto, proporre misericordia e attenzione verso gli ultimi e chiedere a voce alta che ci fosse trasparenza anche nei casi più controversi, sono stati segnali evidenti dell’intenzione di proporre un cambiamento.

Papa Francesco: i dubia, il dossier Viganò e la lotta agli abusi

Il primo cambiamento concreto è giunto dopo il sinodo della Famiglia, quando il Santo Padre ha pubblicato l’Amoris Laetitia. In questo si affermava che anche i divorziati avrebbero ottenuto l’accesso alla Comunione, ma solo dopo aver dimostrato il pentimento. Proprio il documento post sinodale è stato l’inizio di un attacco pubblico a papa Francesco: alcuni cardinali hanno pubblicato i dubia, ed i media fedeli alla frangia tradizionalista della Chiesa hanno spinto la tesi che quello proposto dal Santo Padre fosse un allontanamento dottrinale.

La polemica è andata avanti per diverso tempo, ma alla fine le tesi dei cardinali sono state confutate ed il pontefice ha continuato il suo percorso di rottura con la tradizione. Tale percorso comprendeva anche una condanna concreta agli abusi all’interno della Chiesa con conseguente smantellamento del sistema omertoso che li aveva favoriti. Purtroppo nel corso di questi anni ci sono stati alcuni intoppi: all’interno del C9, consiglio di cardinali che avrebbe dovuto aiutare il papa, sono scoppiati due scandali, quello del Cardinale Pell (condannato dalla giustizia australiana) e quello del cardinale Errazuriz (accusato di aver coperto degli abusi).

Se ciò non fosse bastato, la scorsa estate è scoppiato lo scandalo Mc Carrick, cardinale americano accusato di decine di abusi che secondo il cardinale Viganò non era stato allontanato per tempo dal papa, nonostante lui lo avesse avvertito dei suoi comportamenti. Proprio da quel momento Bergoglio ha richiesto l’aiuto di tutte le conferenze episcopali, della stampa e delle forze dell’ordine per risolvere l’annosa questione. Il primo passo verso la costruzione di un sistema di denuncia degli abusi efficace è stato compiuto pochi giorni fa, nel corso del summit sulla pedofilia tenuto in Vaticano, la strada però appare ancora lunga e tortuosa.

Un altro grande passo compiuto dal Santo Padre in questi anni è l’apertura ai migranti e alle altre confessioni religiose. Entrambe le posizioni sono state apertamente criticate dai tradizionalisti, ma rappresentano un continuum con l’operato dei precedenti pontefici e con le decisioni contenute nel Concilio Vaticano II. Da non sottovalutare nemmeno l’accordo raggiunto con la Cina che permette il riconoscimento della Chiesa cattolica nel paese Asiatico. Anche in questo caso c’è chi ha criticato la scelta, ritenuta inconciliabile con la dottrina cattolica.

Papa Francesco, i sei anni di pontificato con la forza dello spirito

I cambiamenti apportati da papa Francesco in questi sei anni non sono stati esclusivamente politici, ma anche e sopratutto spirituali. Nel corso del pontificato, infatti, sono emersi 5 punti fondamentali dell’impegno dottrinale del pontefice e sono i seguenti:

-Incontrare Gesù: papa Francesco non si stanca mai di ripetere ai fedeli che vivere la fede significa incontrare Gesù, ovvero mettere in pratica gli atti di misericordia che ci chiede.

-La preghiera: la preghiera è centrale nella vita dei cristiani da sempre, ma nella visione di papa Francesco si tratta di un modo di aprire il cuore al Padre, un colloquio sincero con Dio.

-Lasciarsi trasformare dallo Spirito Santo: un altro aspetto fondamentale di questo pontificato è rappresentato dall’azione dello spirito santo. il papa chiede ai fedeli di lasciarsi toccare dallo spirito santo nel profondo come primo passo verso una reale conversione.

-la Chiesa casa aperta: Bergoglio ha voluto sin da subito chiarire come la Chiesa debba tornare ad essere “La casa aperta di Dio”, spingendo i vertici del Vaticano ad abbandonare la pura dottrina per tornare in strada.

-La Carità: ultimo aspetto, ma non per importanza, quello legato alla carità: per il Santo Padre è proprio l’apertura verso il prossimo (migranti, poveri e estranei) quello che ci caratterizza come cristiani.

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI

Luca Scapatello