La Madonna: satana è nelle vostre vite. Le armi contro il demonio

Se pensate che il demonio sia solo un’invenzione, siete già caduti nella sua trappola. Come combatterlo e con quali armi ce lo dice la Madonna.madonna demonio

Scorrendo le pagine dei quotidiani, troviamo notizie angoscianti, terrificanti, che non possiamo ignorare, come esseri umani, come cristiani. Attenzione lui non aspetta altro che abbassiamo la guardia.

Demonio, sette, riti satanici: stiamo allerta!

Queste definiscono l’allerta che dovremmo avere, rispetto all’invasione del nemico invisibile. Una setta a Firenze ha raccolto adepti, da “sottoporre” a sesso di gruppo e sacrifici umani! La notizia è di poche settimane fa e parla di riti perpetuati da anni. Si richiamava il potere della licantropia, come quello di antichi Dei, a cui si attribuiscono poteri occulti. Si propinavano storie e promesse, per mascherare gli inni a satana e la venerazione, espressa con cerimonie esoteriche e violente.

Così, ad esempio, un certo Matteo V., avrebbe offerto ai suoi discepoli un ragù di carne umana. Era preparato con carne di cadaveri! Ecco le parole di uno dei suoi seguaci: “Un pomeriggio di Aprile, mi ordinò di pugnalare la metà del cervello (animale), ancora fresco, di Mensis, che era un oracolo. Fui costretta a farlo con il pugnale che lui stesso di aveva donato. All’interno del cervello, c’era un pezzetto di carta con disegnate delle rune e il foglio presentava bruciature ai bordi”.

photo web source

La Madonna ci avvisa da tempo

Intanto, la Regina della Pace dice: “Cari figli, in tutti questi anni, io sono con voi per guidarvi sulla via della salvezza. Ritornate a mio Figlio, ritornate alla preghiera e al digiuno. Figlioli, permettete che Dio parli al vostro cuore, perché satana regna e desidera distruggere le vostre vite e il pianeta sul quale camminate”. Il messaggio è recentissimo, ma rimane inascoltato come quelli precedenti! E l’Associazione “Meter”, di don Fortunato Di Noto, raccoglie e pubblica il report 2019, che segnala la crescita esponenziale della diffusione del materiale pedopornografico. Parliamo di ben 7 milioni di foto, contro i 3 milioni del 2018.

“Siate coraggiosi e decidetevi per la santità. Vedrete la conversione nei vostri cuori e nelle vostre famiglie, la preghiera sarà ascoltata, Dio esaudirà le vostre suppliche e vi darà la pace. Io sono con voi e vi benedico tutti con la mia benedizione materna. Grazie per aver risposto alla mia chiamata”, ma gli arresti per violenza, anche su minori, aumentano.

Maria dice: “Come Madre, anelo al vostro amore reciproco, alla bontà e alla purezza. È mio desiderio che siate giusti e che vi amiate. Figli miei, siate gioiosi nell’animo, siate puri, siate bambini!”. Ma a noi non interessa e permettiamo che i bambini, invece, siano vessati e abusati dagli adulti, usati come merce di scambio, anche dai propri genitori, per pagarsi la droga.

Demonio – bambino – photo web source

Il demonio si accanisce sui bambini e noi lo permettiamo!

Negli Stati Uniti si parla, attualmente, dell’adrenocromo, una sostanza secreta da coloro che sono sottoposti a violenze. Se estratta da un corpo umano, può essere ingerita da altre persone, per un effetto rivitalizzante e ringiovanente. Pare che si sia ipotizzata, già, l’esistenza di un tunnel degli orrori, in cui vengono imprigionati i bambini e torturati, per ottenere la sostanza, destinata poi ai Vip! L’adrenocromo prodotta da un adulto sarebbe in realtà nociva e non utilizzabile; quella dei bambini è un elisir di lunga vita!

“Figlioli, cercate soprattutto Dio e le cose di Dio e lasciate alla terra quelle della terra, perché satana vi attira alla polvere e al peccato. Voi siete invitati alla santità e siete creati per il cielo. Cercate, perciò, il cielo e le cose celesti. Grazie per aver risposto alla mia chiamata”, è l’appello continuo di Maria.

Ma, ovunque, sotto i nostri occhi, i simboli dell’occulto, del maligno, si propagano e raggiungono i nostri sensi, fino a contaminare la nostra anima. Quante volte, nell’arco di una sola giornata, ci capita di ascoltare parole, o vedere immagini, che evocano simboli riferibili alla bestia 666, alla piramide esoterica, alla tavola Ouija, alla negromanzia? Nella musica o nella letteratura, scorgiamo inni alla violenza. Pensiamo che tutto ciò non sia nocivo -almeno non per noi- perpetuando quell’atto di superbia che fa tanto comodo a satana!

Demonio - Tavola Ouija
Tavola Ouija – photo web source

Gli infiniti messaggi di satana che ignoriamo

Quante leggi sono state approvate, nel corso degli ultimi 50 anni, che ci hanno reso complici della perdita della vita altrui? Ricordiamo quella sull’aborto, sull’eutanasia -in molti Paesi. Abbiamo contribuito anche noi a dilaniare la società e a renderla meno vivibile per le future generazioni.

La Madonna ha detto a Fatima che il demonio avrebbe attaccato la famiglia. Ecco come risponde a questo Paolo Vizzacchero, il laico che per anni ha affiancato padre Amorth nei suoi esorcismi:  “Il maligno non mira solo a distruggere la vita che Dio ha già donato, ma mira a distruggere tutto ciò che possa creare e generate nuova vita, ad iniziare dalla famiglia. Molte leggi che sono ormai state approvate e che il maligno ha voluto far vedere come un segno di emancipazione sociale, alla fine non sono altro che parto della volontà di satana, che ha agito attraverso i legislatori, per far si che non ci sia nuova creazione di vita. In molti esorcismi, il demonio si è vantato che la sua più grande vittoria sia l’aborto, una vita che Dio aveva premeditato, ma che è stata stroncata sul nascere”.

esorcismi - satana demonio

“Prego con voi per la pace, il dono più prezioso, anche se satana vuole la guerra e l’odio. Voi, figlioli, siate le mie mani tese e camminate fieri con Dio”, ripete la Madonna, mentre ci implora di pregare e di cercare il volto di Gesù negli altri, proprio adesso!

Antonella Sanicanti

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]