Il pompiere prega per i suoi colleghi scopriamo perchè

web-viral-fireman-rosary-twitter-expresoperu

 

 

Lo scorso 16 novembre in un cinema di San Juan de Miraflores (Lima, Perù) è scoppiato un incendio all’interno di una sala cinematografica che ha causato diverse vittime. Come sempre i pompieri volontari di Lima sono entrati in azione sopperendo alla mancanza di strumentazioni avanzate con il loro cuore, rischiando la vita per salvare quella degli altri. Quella mattina con loro c’era pure un uomo votato alla risoluzione delle emergenze mediche che aspettava che i colleghi finissero con in mano un rosario, l’uomo è stato immortalato da un cronista de ‘l’Expreso’ e quella foto di un pompiere che prega per la vita delle vittime e per quella dei suoi colleghi ha fatto il giro del mondo.

 

Il misterioso angelo pompiere si chiama Christopher Dunn Mahardy, psicologo di professione che ha intrapreso la vita sacerdotale, rispondendo alla chiamata del Signore, che tre volte a settimana svolge attività di volontariato nel corpo dei Vigili del Fuoco di Lima. Padre Mahardy è arrivato in Perù nel 1981, poi nel 2007, quanto il terremoto ha distrutto la città di Prisco si è unito al corpo dei pompieri.

 

Nel 2009, intervistato dal quotidiano locale dei pompieri ha dichiarato che il loro lavoro consiste nell’aiutare la comunità locale, solo così tutti possono essere solidali con i pompieri. Prima di ogni azione di salvataggio Padre Mahardy rovista nelle tasche in cerca del rosario, lo prende in mano e lo comincia a sgranare per chiedere la salvezza dei suoi colleghi e quella delle persone imprigionate dal fuoco, questo perché ci spiega: “Combattere tutti i giorni la morte e salvare vite umane richiede una fede incrollabile. I miei ragazzi lo sanno bene! Li accompagno, prego per loro, li incoraggio. La mia funzione è quella di vegliare sempre sul loro benessere”.

 

Sebbene il sacerdote non entri nel vivo dell’azione svolge una funzione fondamentale per il corpo dei pompieri di Lima, durante la settimana li aiuta a pregare a confessare le proprie paure e patimenti e permette loro di continuare a svolgere la loro attività rinsaldando la loro fede. Inoltre nel caso ci fosse bisogno di un primo soccorso lui è pronto ad intervenire in prima persona, dato che ha ottenuto una qualifica apposita dopo un corso a New York.

 

Se prima Padre Mahardy era un faro per la comunità peruviana ed un sostegno per i suoi colleghi pompieri, grazie a quella foto è diventato un idolo in tutto il mondo.