Coronavirus: ritira la pensione e fa la spesa per 25 famiglie in difficoltà

    Un anziano ha ritirato la pensione per poter fare la spesa a chi in questo momento ha difficoltà economiche a causa del Coronavirus: il suo gesto ha fatto felici 25 famiglie.

    (Websource Archivio)

    L’uomo ha affidato i propri risparmi ai volontari della Protezione Civile che si sono incaricati di portare la spesa ai più bisognosi.

    L’emergenza sanitaria è già diventata economica e sociale

    La pandemia di Coronavirus ha avuto un effetto devastante, non solo dal punta di vista sanitario, ma anche da quello economico e sociale. Il governo è stato costretto a far rimanere in casa la maggior parte degli italiani e questa misura è sfociata in un problema di non poco conto. Il decreto Cura Italia prevede la distribuzione di bonus per lavoratori stagionali, liberi professionisti e precari iscritti all’Inps. Per gli altri c’è la cassa integrazione (normale o in deroga) a cui possono fare appello i dipendenti.

    Leggi anche ->Coronavirus, a Roma sparisce il Plaquenil. Burioni: “Non assumetelo”

    C’è tuttavia una grande fetta di italiani che aveva un contratto a termine (o non lo aveva proprio) o che era apprendista o tirocinante che si è visto sbattere la porta in faccia e non può prendere né il denaro che avrebbe guadagnato lavorando, né quello previsto dal decreto fiscale. Una marea di gente che in questi giorni si chiede come dovrà fare ad andare avanti e portare il giusto nutrimento o le cure ai propri familiari.

    Leggi anche ->Coronavirus: la Pasqua che ci aspetta e l’opera silenziosa della Chiesa

    Uomo ritira la pensione per fare la spesa a 25 famiglie bisognose

    Per fortuna c’è chi nel suo piccolo ha un cuore grande e si toglie ciò che ha per dare una mano ai più bisognosi. Questo è sicuramente il caso di Antonio di Biase – per gli amici Biagino – un pensionato di San Salvo (Chieti) che ha deciso di utilizzare la sua pensione per fare la spesa alimentare a 25 famiglie. Per compiere il bel gesto, Biagino si è affidato ai volontari della Protezione Civile Arcobaleno. Questi hanno immediatamente chiesto al Comune una lista delle famiglie meno abbienti e sicuramente in difficoltà a causa del Coronavirus.

    Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI

    Luca Scapatello

    La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: redazione@lalucedimaria.it