Il Cardinale Sepe: “Grazie a tutti perché non mollate” – Video

Il Coronavirus ha fermato tutte le attività in ogni singola Regione d’Italia. A Napoli, Il Cardinale Sepe invia un messaggio alla scuola.

Il messaggio del Cardinale Sepe ai docenti e agli studenti: “Siete nel cuore di tutta la nostra comunità” – afferma loro.

Il Cardinale Sepe invia due videomessaggi

Due messaggi in video indirizzati al mondo della scuola, ai docenti e agli studenti: questo è ciò che il Cardinale di Napoli, Crescenzio Sepe ha inviato. “Siete nel cuore di tutta la comunità, ora più che mai, in questo tempo di angoscia, paura, sofferenza e dolore” – così si apre il messaggio dell’Arcivescovo.

La volontà di raccontare, di parlare loro, quasi a chiedere come stanno affrontando questa emergenza: “Voi stessi, senza colpa alcuna, state pagando un prezzo altissimo, perché privati del diritto di andare a scuola, costretti a un modello di formazione assolutamente inusitato e a una conclusione dell’anno scolastico del tutto rabberciata” – ha detto loro il Cardinale Sepe.

“Non ci avviliamo. È stato un imprevisto involontario”

L’Arcivescovo usa parole di conforto e coraggio verso alunni e docenti: “Non avvilitevi. Vedete tutto come un imprevisto e involontario incidente di percorso”. Il Cardinale, infatti, sollecita con fraterne parole tutti ad autotutelarsi, a guardare avanti, a non perdere mai il giusto equilibrio nell’affrontare questa nuova situazione.

cardinale sepe napoli
photo web source

Io sono sicuro che queste raccomandazioni già sono vostro patrimonio. Ma non mollate. Mettete a frutto questa dura lezione. Ne uscirete più maturi, formati e preparati. Stringete i denti, siate fieri di voi, di questa nostra Scuola, del nostro Sud e della nostra Italia. Andate avanti per far crescere tutta la comunità” – continua l’Arcivescovo.

Cardinale Sepe: “Grazie a voi tutti insegnanti e personale della scuola”

Usando una frase di Eduardo De Filippo, il Cardinale Sepe si congeda dai suoi interlocutori, ringraziando per il loro superbo lavoro, tutti gli insegnanti e l’intero comparto scuola, per non aver abbandonato i ragazzi: “Non amareggiatevi. Siate forti. Ha da passà ‘a nuttate, come diceva il grande De Filippo. E la nottata, con l’aiuto di Dio Misericordioso, sta passando.

Consentitemi, cari Docenti, Dirigenti e Voi tutti impegnati nel mondo della scuola, di dirvi grazie dal profondo del cuore, come Vescovo, pastore e fratello. La nostra comunità ha bisogno di persone sensibili, capaci e forti come Voi”.

La vicinanza dell’Arcivescovo alla sua comunità in questo periodo di emergenza, non solo dal punto di vista spirituale, ma anche morale.

ROSALIA GIGLIANO

Fonte e Video: chiesadinapoli.it

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]