Il Patriarca annuncia: “Il Medio Oriente sarà consacrato alla Sacra Famiglia”

Una consacrazione che ha un significato particolare quella decisa dal Patriarca Mons. Pizzaballa, per tutta la Terra Santa.

sacra famiglia

I luoghi dove Gesù ha vissuto con Maria e Giuseppe da bambino e dove, poi, ha predicato, saranno consacrati alla Sacra Famiglia, con una particolare celebrazione Eucaristica. Lo speciale momento di preghiera si avrà a Nazareth.

La consacrazione alla Sacra Famiglia

Il prossimo 27 giugno, nella Basilica dell’Annunciazione di Nazareth, Monsignor Pizzaballa, Patriarca Latino di Gerusalemme, consacrerà il Medio Oriente alla Sacra Famiglia. Un momento particolare e di grande fede che si svolgerà nel pieno dell’Anno dedicato proprio a San Giuseppe.

Con una particolare Celebrazione, alla quale prenderanno parte tutti gli Ordini della Terra Santa, l’atto di affidamento e consacrazione alla Famiglia di Nazareth.

Monsignor Pizzaballa: “Sarà benedetta l’icona della Sacra Famiglia”

Il Patriarca ha, anche, spiegato, con una lettera, lo svolgimento della giornata: “Benediremo un’Icona della Sacra Famiglia appositamente dipinta e intarsiata con le reliquie della stessa Basilica dell’Annunciazione. L’icona rappresenta la Sacra Famiglia di Nazareth, che riposa sopra l’altare della chiesa di San Giuseppe, a Nazareth, dove, secondo la tradizione, si trovava la casa del Falegname”.

Un’icona itinerante che arriverà anche a Roma

Una icona che non resterà ferma all’intero della stessa Basilica: “L’icona sarà portata in pellegrinaggio, partendo dal Libano, verso i paesi dell’Oriente, fino al suo arrivo a Roma verso la fine dell’anno di San Giuseppe, l’8 dicembre 2021. Da Roma, l’Icona farà il suo viaggio di ritorno in Terra Santa dove rimarrà. Anche a Roma il Santo Padre impartirà la sua speciale Benedizione Apostolica per la Giornata della Pace per l’Oriente” – ha spiegato Monsignor Pizzaballa.

monsignor pizzaballa
Il Patriarca Latino Pizzaballa – photo web source

Una terra ancora martoriata da scontri e divisioni, la consacrazione alla Famiglia di Nazareth è segno di Misericordia di Dio: “Invochiamo la Pace su questo amato Medio Oriente, dove la fede cristiana è nata ed è ancora viva, nonostante le sofferenze” – conclude il Patriarca.

Un momento di intensa fede e preghiera universale che il Medio Oriente si appresta a vivere.

Fonte: acistampa

LEGGI ANCHE: Terra Santa: la preoccupazione del Papa e il suo accorato appello

ROSALIA GIGLIANO

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]