Zack 17 anni: Ero morto ho incontrato un uomo con la barba era Gesù

Zack muore e incontra Gesù
Gesù

A Brownwood (Texas) Zack Clements con i suoi 17 anni era considerato una promessa del Basket, per via delle doti atletiche eccellenti, dell’inventiva e di uno stato fisico impeccabile, ma durante gli allenamenti della scorsa settimana il suo destino ha deciso di stoppare la sua ascesa: mentre si allenava con i compagni di squadra nella palestra della scuola il ragazzo si è accasciato a causa di un insolito attacco cardiaco.

Nonostante il primo soccorso del personale medico dell’istituto e l’arrivo tempista dei paramedici, il cuore di Zack si è fermato per venti minuti durante il viaggio in ospedale, tutti pensavano che non ci fosse nulla da fare ma dopo una intensa rianimazione il cuore di Zack ha ripreso a battere. Per i tre giorni successivi il giovane atleta è stato in uno stato di coma, dal quale si è risvegliato vedendo il volto gioioso di mamma e papà.

Qui comincia la parte straordinaria del racconto, Zack confessa ai genitori che nel periodo di tempo in cui il suo cuore ha smesso di battere si è imbattuto in un uomo con capelli lunghi e barba folta che sembrava Gesù Cristo, questo gli si è avvicinato e cingendogli le spalle con il braccio lo ha confortato, poi, dopo una vigorosa pacca, gli ha detto: “Stai tranquillo, andrà tutto bene!”, l’istante dopo il suo cuore ha ripreso a battere.

Per un fedele non è difficile credere che Gesù abbia operato affinché Zack ritornasse in vita, per i medici, che comunque non hanno una spiegazione scientifica per giustificare il ritorno in vita del ragazzo, si tratta della sua strenua volontà di rimanere in questo mondo, comunque la si veda questo giovane ha compiuto un vero e proprio miracolo stupendo tutti, persino i più scettici.