Triduo allo Spirito Santo: devozione potente – secondo giorno

Perché invocare lo Spirito Santo?

Il mese di Febbraio, oltre ad essere dedicato alla Santa Famiglia e alla Madonna di Lourdes, celebra anche anche lo Spirito Santo. Perciò, dall’8 al 10 Febbraio, pregheremo con il seguente Triduo.

Spirito Santo

Triduo allo Spirito Santo – secondo giorno

Preghiera Biblica Vieni in noi, Spirito Santo, Spirito di Sapienza, Spirito d’intelligenza, Spirito di adorazione, vieni in noi, Spirito Santo! Spirito di forza, Spirito di scienza, Spirito di gioia, vieni in noi, Spirito Santo! Spirito di amore, Spirito di pace, Spirito di giubilo, vieni in noi, Spirito Santo! Spirito di servizio, Spirito di bontà, Spirito di dolcezza, vieni in noi, Spirito Santo!

O Dio nostro Padre, principio di ogni amore e sorgente di ogni gioia, donandoci lo Spirito del tuo Figlio Gesù, riversa nei nostri cuori la pienezza dell’ amore, perché non possiamo amare altri che te e salvare in quest’unico amore tutte le nostre tenerezze umane. Dalla lettera di San Paolo Apostolo ai Galati: “Fratelli, camminate secondo lo Spirito e non sarete portati a soddisfare i desideri della carne, la carne ha infatti desideri contrari allo Spirito e lo Spirito ha desideri contrari alla carne, queste cose si oppongono a vicenda, sicché voi non fate quello che vorreste. Ma se vi lasciate guidare dallo Spirito, non siete più sotto la legge. Del resto le opere della carne sono ben note: fornicazione, impurità, libertinaggio, idolatria, stregonerie, inimicizie, discordia, gelosia, dissensi, divisioni, fazioni, invidie, ubriachezze, orge e cose del genere, circa queste cose vi preavviso, come già ho detto, che chi le compie non erediterà il Regno di Dio. Il frutto dello Spirito invece è amore, gioia, pace, pazienza, benevolenza, bontà, fedeltà, mitezza, dominio di sé, contro queste cose non c’è legge. Ora quelli che sono di Cristo Gesù hanno crocifisso la carne con le loro passioni e i suoi desideri. Se pertanto viviamo nello Spirito, camminiamo anche secondo lo Spirito” (Gal 5,16-25). Gloria. Antonella Sanicanti Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI