Ladri acrobati entrano in convento, ma le suore li fermano

Avevano organizzato un furto nei minimi dettagli ai danni di un convento. Ma le suore sono state più scaltre dei ladri.

ladro
photo web source

Ladri acrobati sì, ma le suore non si sono fatte di certo trovare impreparate. Quando si dice mantenere il sangue freddo. 

Ladri acrobati in un convento

Erano, sì, ladri acrobati, ma forse non tanto furbi. Avevano deciso di “spogliare” il convento di tutto ciò che aveva, per poter poi rivendere la refurtiva e ricavarne del denaro. Ma avevano fatto male i conti. Le suore sono state più furbe di loro.

Il tutto è accaduto mercoledì notte all’Istituto religioso delle suore Adoratrici a Roma. Tre malviventi hanno forzato la porta finestra con un cacciavite e si sono intrufolati nelle stanze degli uffici amministrativi per rubare del denaro contante. Ma non si sono resi conto che qualcuno li aveva visti entrare.

Il sangue freddo di una suora e l’intervento dei Carabinieri

Una suora, insospettita dal rumore a quell’ora tarda della notte, ha mantenuto il sangue freddo e non li ha persi di vista, notando tutti i movimenti per poter, poi, fornire alle Forze dell’Ordine (immediatamente chiamate dalla religiosa) quanti più dettagli possibili. Nel frattempo, una pattuglia dei Carabinieri stava passando proprio vicino all’istituto religioso per una normale operazione di controllo del territorio e, sono immediatamente intervenuti, grazie alla tempestiva chiamata della religiosa.

suore
photo web source

Un ladro arrestato: aveva con sé una corda di 10 metri

I Carabinieri hanno individuato i 3 ladri che avevano scavalcato il muro di cinta e ne hanno bloccato uno. Di nazionalità albanese che si era arrampicato con una corda lunga 10 metri ed aveva in tasca già 120 euro in contanti appena rubati dal convento. Aveva anche con sé diversi cacciaviti, di cui due piuttosto lunghi e a taglio, utili per scassinare porte e finestre.

LEGGI ANCHE: Profanato il Santuario di Padre Pio. La sconvolgente notizia

Arrestato, ora sarà processato per furto aggravato. Gli altri due suoi complici, sono scappati, ma le Forze dell’Ordine sono sulle loro tracce.

ROSALIA GIGLIANO

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: redazione@lalucedimaria.it