Il Rosario ogni giorno: 1° maggio in diretta da San Pietro e dal Santuario “Nostra Signora di Walsingham” in Inghilterra

Per tutto maggio la recita del Santo Rosario in collegamento da un diverso Santuario mariano del mondo, lo ha voluto Papa Francesco.

papa francesco
photo web source

Il Santo Padre ha affidato l’organizzazione di questa preghiera per la fine della pandemia, al Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione. Ognuno di noi innalzerà la sua preghiera alla Vergine Maria, in comunione spirituale con tutti i fedeli del mondo.

Il Rosario del mese di maggio

Per questo mese di maggio, il Santo Padre ha voluto coinvolgere i principali Santuari mariani del mondo per la recita del Rosario giornaliero dedicato a Maria. Tante sono le richieste che si innalzeranno, in questi giorni, grazie alla Corona del Rosario. Ma ce ne sarà una in particolare: la fine della pandemia e la guarigione di tutti gli ammalati dal Covid.

Una preghiera che raggiungerà tutti i fedeli del mondo, che unirà insieme i sacerdoti, i religiosi e l’intero popolo di Dio. Come è scritto negli Atti degli Apostoli: “Da tutta la Chiesa saliva incessantemente la preghiera a Dio”.

1 maggio: il Santuario mariano in Inghilterra

Come da programma stilato, ogni giorno, dal Santuario scelto, la recita del Rosario alle ore 18, sarà per una particolare intenzione. Oggi, sabato 1 maggio, si prega dalla Basilica di San Pietro (dove il Papa aprirà la pregheira) e dal Santuario “Nostra Signora di Walsingham” in Inghilterra. Sarà possibile seguire la preghiera su tutti i media Vaticani, a partire da Vatican News e TV2000.

La preghiera sarà per l’intera umanità ferita e per tutti i defunti.

“Nostra Signora di Walsingham”

Il nome di questo Santuario si rifà ad uno degli appellativi che cattolici e numerosi anglicani attribuiscono alla Beata Vergine Maria. Il titolo deriva dalla tradizione secondo cui la Vergine sarebbe apparsa in sogno a Richeldis de Faverches, una nobildonna inglese, nel 1061 nel villaggio di Walsingham nel Norfolk, in Inghilterra.

santuario di Walsingham
Santuario di Walsingham – photo web source

La storia racconta che la Vergine Maria sarebbe apparsa tre volte in sogno a Lady Richeldis, chiedendole di edificare una copia della “Santa Casa” di Nazareth, dove aveva avuto luogo l’Annunciazione. La copia divenne un santuario e luogo di pellegrinaggio. Il culto della Vergine di Walsingham è particolarmente diffuso in Inghilterra, nazione di cui è patrona.

Nel corso dei secoli, il Santuario ha ricevuto visita di vari re inglesi, e pure di Erasmo da Rotterdam. Al tempo della sua soppressione nel 1538, durante il regno di Enrico VIII (a cui seguì il rogo della venerata immagine della Madonna col Bambino) il Santuario era diventato uno dei principali luoghi di pellegrinaggio in Inghilterra, in particolare quando, a causa di guerre e sconvolgimenti politici, il viaggio per Roma e Santiago di Compostela era divenuto difficile.

Dal 1921, il sacerdote anglicano Alfred Hope Patten, parroco di Great and Little Walsingham, si batté per riportare in auge la devozione, giungendo fra il 1931 ed il 1938 a ricostruire il santuario, comprendente una replica della Santa Casa e una statua della Vergine col Bambino.

LEGGI ANCHE: Papa Francesco: dal 1° maggio il Rosario ogni giorno contro il Covid

ROSALIA GIGLIANO

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]