Preghiera per liberare le anime del Purgatorio, da recitare il venerdì

Pregare per le anime dei defunti è un atto di grande carità: le anime del Purgatorio infatti non possono pregare per sé, ma solo per noi!

Anime Purgatorio
photo web source

In questo tempo di Quaresima, possiamo pensare di offrire qualcosa di noi al Signore. Un’offerta può non essere necessariamente una rinuncia: possiamo offrire a Gesù e un po’ del nostro tempo, cosa che lui apprezzerà di certo, perché guarda i nostri piccoli sforzi.

Pregare è un’offerta del nostro tempo più che gradita, perché ci tiene vicini al Signore e al prossimo. Esiste ad esempio una preghiera che, attraverso una meditazione sulla Croce di Gesù, onorandola come strumento per la nostra salvezza, si possono alleviare le sofferenze delle anime del purgatorio.

La condizione delle anime in Purgatorio

Il Purgatorio è una condizione di purificazione dell’anima in cui si trovano molte anime sante, cioè già salve, che però non hanno ancora raggiunto uno stato di purezza tale da poter contemplare Dio in Paradiso. Pensando ai nostri cari defunti, ai nostri avi, alcuni di loro potrebbero trovarsi in questa dimensione dell’anima attualmente.

Diceva Padre Pio da Pietrelcina a un suo confratello, Fra Modestino che gli chiese: “Padre che cosa ne pensate delle fiamme del Purgatorio?”. E Padre Pio gli rispose: “Se il Signore dovesse permettere all’anima di passare da quel fuoco a quello più bruciante di questa terra, sarebbe come passare dall’acqua bollente all’acqua fresca“.

La preghiera per liberare le anime dalle sofferenze

Con questa preghiera, da recitare il venerdì e in particolare il Venerdì Santo, la tradizione ci dice che possiamo aiutare delle anime nel loro transito dal Purgatorio al Paradiso.

In particolare, se recitata il giorno della Passione di Gesù per 33 volte, libereremo 33 anime del purgatorio. Il giorno della Passione è infatti giorno in cui sono aperte le sorgenti di grazia che scaturiscono dalle Piaghe e dal Cuore di Gesù trafitto per noi, lui che ha dato per noi la sua vita.

Ti adoro, o Croce Santa

Ti adoro, o Croce Santa, che fosti ornata del Cor­po Sacratissimo del mio Signore, coperta e tinta del suo Preziosissimo Sangue.
Ti adoro, mio Dio, posto in croce per me.
Ti adoro, o Croce Santa, per amore di Colui che è il mio Signore.
Amen.

(Recitata 33 volte il Venerdì Santo, libera 33 Anime del Purgatorio.
Recitata 50 volte ogni venerdì, ne libera 5)

Questa preghiera, venne confermata dai Papi Adriano VI, Gregorio XIII e Paolo VI

Elisa Pallotta

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]