Preghiamo oggi 21 ottobre la Madonna del Garofano conosciuta come potente aiuto contro i malefici

Una vedova viene colpita da un maleficio, che le provoca gravi disturbi e le impedisce di fare una vita normale. La donna non sa come fare, quando ecco che accade qualcosa di straordinario.

In seguito all’accaduto, ringrazierà sempre la Madonna e deciderà di compiere in suo onore un gesto molto importante.

Madonna del Garofano
photo web source

Nel 1618 una giovane vedova leccese, Maria Manca, venne colpita da una fattura che le lanciò un suo spasimante. La donna, dopo quella triste vicenda, iniziò a soffrire di violente ossessioni. Ogni giorno della sua vita era segnato da pensieri ossessivi che non la lasciavano stare, e che le impedivano di vivere in maniera normale e serena la sua vita semplice e onesta, altrimenti dedita al lavoro nei campi.

La Madonna libera la ragazza dal maleficio

Mentre in un pomeriggio di sole stava raccogliendo olive, nel suo podere situato a Squinzano, apparve all’improvviso di fronte a lei la Vergine. Maria durante l’apparizione le porse un garofano, che la giovane avrebbe dovuto portare al Crocifisso di una cittadina poco distante, Galatone.

La ragazza eseguì subito l’ordine che le diede la Madonna. Nel compiere il percorso, in maniera inaspettata, cominciò a sputare dalla sua bocca grumi di capelli e pece. Dopo quel momento inquietante, la giovane venne liberata all’istante dalla fattura che le era stata fatta.

La mano della giovane mantenne per sempre quel soave profumo

Al termine di quel percorso, una volta consegnato il garofano, l’impronta e il profumo di quel fiore le rimasero per sempre sulla mano. Così da quel giorno decise di edificare un santuario in quello stesso lembo di terra, segnando anche il perimetro sul terreno. Il giorno successivo però, tornati nel luogo, si accorsero che il tracciato segnato il giorno prima era stato miracolosamente modificato. 

Si tratta cioè dell’attuale Santuario della Madonna dell’Annunziata e del Garofano, che si trova a Squinzano, in provincia di Lecce, e dove Maria continua a operare grandi grazie a tutti i fedeli che da questo luogo la invocano con cuore aperto e pronto ad accogliere il suo amore materno e misericordioso.

LEGGI ANCHE: Santuario Madonna dell’Annunziata e del Garofano: dove la giovane guarì

Preghiera alla Madonna del Garofano

Dolce Maria, Madre di Dio,
che ti degnasti di guarire a Squinzano una tua figlia, colpita da un grave male spirituale,
concedi anche a noi di essere liberati
da tutti i percoli che riguardano la nostra anima.

Liberaci dal nemico infernale, o Maria,
Regina degli Angeli,
e manda le tue legioni angeliche a ricacciare nell’inferno il diavolo e le sue opere.

Tu che sei nostra Madre e avvocata,
accogli l’offerta delle nostre sofferenze e intenzioni,
per poter appartenere per sempre a te, o Maria,
e al Signore nostro Gesù Cristo.
Amen.

Ave Maria…

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: redazione@lalucedimaria.it