Il Papa ringrazia chi lo ha salvato e smonta le voci sulle sue dimissioni

La sconvolgente rivelazione di Papa Francesco a una radio spagnola in cui affronta i rischi per la sua vita e le voci di dimissioni. 

papa radio cope
photo: www.cope.es

Nel corso di un’intervista rilasciata alla radio spagnola Cope, infatti, il Pontefice avrebbe rivelato che solamente alcune settimane fa, nel momento in cui si trovava ricoverato in ospedale, è accaduto l’impensabile. “Un infermiere mi ha salvato la vita”, ha rivelato il Papa.

La risposta del Papa alle voci sulle sue dimissioni

Sarà forse per questo che negli ultimi giorni si è scatenato una sorta di tam tam con voci insistenti che parlavano di sue probabili dimissioni. Che queste siano legati alle condizioni di salute del Pontefice argentino, che per la prima volta nella storia ha conferito al Vicario di Cristo il nome del Poverello di Assisi, Francesco? Bergoglio è entrato anche nel merito di questo argomento, liquidando il tutto con una battuta a metà tra il simpatico e il saggio.

“Quando un Papa è malato, si alza un vento o un uragano di Conclave”, è stata la risposta del Papa al giornalista che gli chiedeva direttamente conto delle “speculazioni sulle sue dimissioni”, che nelle scorse settimane hanno anticipato quello che sembra un documento di prossima uscita in cui verrà regolamentata, dal punto di vista del diritto canonico, la figura del Papa emerito, normando anche nero su bianco la possibilità che un Pontefice dia le sue dimissioni. In situazioni come, ad esempio, una malattia imprevista o una fragilità sopravvenuta con l’avanzare degli anni.

La rivelazione che ha lasciato molti senza parole

“Per la seconda volta un infermiere mi ha salvato la vita”, è in ogni caso la rivelazione scioccate che Francesco ha fatto, parlando della sua operazione al colon del 4 luglio scorso al Policlinico Gemelli. L’intervista rilasciata alla radio spagnola Cope andrà in onda mercoledì primo settembre, ma nel frattempo sul sito dell’emittente è uscita una prima anteprima della stessa, in cui emergono queste poche – ma importanti – battute del Papa.

Un’intervista di fuoco fin dalle prime battute, quando alla domanda del giornalista la risposta spiazzante del Papa è stata: “Sono ancora vivo”. L’intervento eseguito per la stenosi diverticolare sintomatica del colon è stato infatti non privo di rischi, come si era spiegato durante i giorni stessi della degenza di Bergoglio in quello che negli anni è diventato “l’Ospedale dei Papi”.

L’intervento in ospedale e quel cambio imprevisto in corsia

Nel corso dell’intervento del 4 luglio, infatti, la squadra medica a cui si è consegnato Bergoglio ha dovuto decidere in corsia, durante l’intervento in sala operatoria, il cambio di tecnica. Il passaggio è stato da un intervento mininvasivo alle metodiche tradizionali, ovvero alla realizzazione di un taglio, anziché dei piccoli fori come si pensava inizialmente, in cui introdurre gli strumenti endoscopici.

LEGGI ANCHE: Dimissioni di Papa Francesco: nuove voci clamorose, non smentite

Dieci giorni dopo il Pontefice è stato dimesso, dopo avere tenuto il simbolico Angelus, l’11 luglio, nientemeno che dal balcone del Policlinico. Subito appena finita la convalescenza, però, Bergoglio non ha esitato nemmeno un istante nel tornare ai suoi impegni di sempre. Il prossimo 12 settembre Papa Francesco partirà per un viaggio di quattro giorni che lo porterà Budapest e in Slovacchia, e la visita fu annunciata proprio poco prima del suo ricovero. Segno che la fiducia di Bergoglio è grande anche riguardo alla sua salute personale.

Il precedente che Francesco non smette mai di ricordare

Ora Francesco sembra a tutti avere recuperato completamente la sua condizione di salute ottimale, anche se non sono passate inosservate le parole pronunciare durante l’udienza di venerdì scorso con i parlamentari cattolici. In quella occasione il Papa ha iniziato il suo discorso scusandosi di non poter parlare in piedi. “Ancora sono nel periodo post-operatorio e devo farlo da seduto. Scusatemi”, ha infatti affermato in quella circostanza.

LEGGI ANCHE: Papa Francesco è stato operato: quali sono le sue condizioni

“È la seconda volta nella mia vita che un infermiere mi salva la vita: la prima è stata nell’anno ‘57”, è quanto invece ha raccontato il Papa alla radio spagnola. In questo caso, Francesco ha fatto riferimento al caso in cui ha avuto, all’età di 21 anni, una polmonite grave. Anche allora fu un intervento a salvargli la vita curandolo dalla malattia di cui soffriva: gli venne asportata una parte del polmone destro, e questo intervento gli salvò la vita.

Allora fu una suora italiana a salvarlo, oggi un infermiere

Un evento che Bergoglio non smette mai di ricordare a quanti gli sono vicino. Allora fu una suora italiana che, opponendosi ai medici, cambiò la medicazione che dovevano somministrare al Papa. Jorge Mario Bergoglio era un giovane seminarista in Argentina.

LEGGI ANCHE: L’imprevisto durante l’operazione del Papa: ecco cosa è successo

Questo ultimo caso è sotto molti aspetti analogo a quanto gli accadde in gioventù, per quanto meno incisivo, e anche stavolta il Papa non evita di elogiare le persone che lo hanno tenuto in cura. Uno in particolare, e non il medico. “Mi ha salvato la vita un infermiere, un uomo con molta esperienza”.

Giovanni Bernardi

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]