Padre Zezinho: “Non vi piace Papa Francesco? Ci sono altre religioni”

In una lettera aperta, Padre Zezinho si rivolge ai detrattori di Papa Francesco ricordando loro che esistono altre religioni.

Foto dal Web

Il Sacerdote non vuole dire che non si possa essere in disaccordo con il Pontefice, ma che se si è cattolici bisogna rispettarlo e accettare la sua leadership.

Gesù citato in difesa di Papa Francesco

Sin da quando Papa Francesco è salito al soglio pontificio l’opinione pubblica si è divisa. C’è chi apprezza il Pontefice per il suo comportamento in rottura con la tradizione e per il suo modo di fare gentile e alla mano, c’è invece chi ritiene che il suo comportamento non sia aderente alla dottrina. La stessa divisione che c’è tra i fedeli esiste anche all’interno del clero, così ogni volta che tratta un argomento delicato tornano a farsi sentire le voci dei contestatori.

Leggi anche ->Padre Zezinho: “Il drone in Chiesa? Dio non ne ha bisogno”

Sulle polemiche che da anni accompagnano il Santo Padre si è espresso nei giorni scorsi il sacerdote brasiliano Padre Zezinho. Il Parroco, per rispondere a chi vorrebbe destituire il Papa, cita niente di meno che Gesù Cristo: “Nessuno è obbligato ad essere cattolico. Gesù, in Giovanni 6, 64-67, ha lasciato le porte aperte a chi voleva cercare un altro maestro. Nessuno è obbligato ad essere cristiano cattolico e a obbedire alla leadership del Papa eletto dai cardinali in un conclave. Parliamo di un’elezione! Ma allora ammetta che ha smesso di accettare le norme della fede cattolica!”.

Leggi anche ->Papa Francesco: “Nella Chiesa non ci siano persone con propri interessi” – Video

Nessuno è obbligato ad essere cattolico, Padre Zezinho provoca i detrattori di Bergoglio

Le parole di Padre Zezinho sono rivolte a coloro i quali ritengono che il Papa non li rappresenti. Una posizione che va contro la dottrina Cattolica e contro quelle che sono le regole stabilite dallo stesso Gesù. Se non ci si ritrova nella Chiesa, significa che questa non rappresenta più i valori del singolo e che questo deve affrontare una riflessione interiore per capirne il perché. Se comprende che il cattolicesimo non è più la religione che rispecchia la propria spiritualità, è ovviamente libero di cambiare religione o di proclamarsi ateo.

Questo è il messaggio che consegna in maniera diretta il Sacerdote brasiliano. Il quale, però sottolinea: “In questo caso, scelga un’altra Chiesa. Ma anche lì dovrà seguire i leader di quella Chiesa. E in alcune di esse, il fondatore è ancora vivente. Provate a criticarlo o a disobbedire e vedrete cosa vi accadrà!“. Ci sono religioni, aggiunge, in cui la gerarchia è ben delineata e spesso di tipologia familiare. Quindi chiarisce il suo pensiero dicendo: “Ma il Papa cattolico è eletto dai cardinali. La famiglia del Papa non agisce nella Chiesa. Anche perché il Papa non è sposato! Non ha discendenti nella successione. Lì è una questione di scrutinio finché non si raggiunge il numero sufficiente di voti. Questa è democrazia religiosa”.

Luca Scapatello

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]