Oggi 17 agosto preghiamo Santa Chiara della Croce, monaca votata alla Passio di Cristo

Vergine appartenente all’Ordine degli Eremiti di Sant’Agostino, fu lei a mantenere e a portare avanti il monastero di Santa Croce.

santa chiara della croce

Crebbe nell’amore per la passione di Cristo. Dall’età di quattro anni iniziò a votarsi alla preghiera e a trascorrere ore immersa nella contemplazione e nell’orazione

17 agosto: Chiara della Croce, innamorata di Cristo

In questo diciassettesimo giorno del mese di agosto, la chiesa venera Santa Chiara della Croce. Nacque nel 1268. Chiara aveva una sorella e un fratello maggiori, Giovanna e Francesco.

Giovanna fondò, con l’aiuto economico del padre, il reclusorio di San Leonardo, di cui diventò la prima rettrice. Le donne, in questo luogo, si ritiravano vivendo in reclusione e pregando, ispirandosi alla regola di Francesco d’Assisi.

In monastero insieme alla sorella

Nel 1290 Giovanna chiese al vescovo di Spoleto di facilitare l’istituzionalizzazione della comunità, in seguito a cui verrà introdotta la regola di sant’Agostino. Con il nuovo monastero della “Santa Croce e di Santa Caterina d’Alessandria”, vennero a fondersi i due momenti della storia di Chiara e Giovanna: quello della vocazione eremitica, rappresentato dall’esperienza del reclusorio, con l’altro della regola monastica.

Anche Chiara venne eletta superiora del monastero, ufficio che svolse fino alla morte avvenuta il 17 agosto 1308.

L’amore per la Passione di Cristo

La sua spiritualità si incentrò sulla meditazione della passione di Cristo e sulla devozione alla Croce. Dopo la sua morte le consorelle, premurose di conservare il suo corpo, le aprirono il cuore e vi trovarono impressi i segni della Passione.

La preghiera a Santa Chiara della Croce da recitare oggi

Santa Chiara, Sorella e Madre,

che ci accompagni nei sentieri di Dio

nella ricerca della Bellezza e nell’Amore,

che sempre è possibile

quando il cuore è il centro dell’interiorità.

Insegnaci a fare di questo nostro cuore

la Dimora del Signore

dove possa poggiare la sua Croce,

perché la nostra vita sia un Dono

per tutti e per la Chiesa,

che tu hai amato e servito nella preghiera

che trasforma a immagine di Gesù Cristo

e intercede presso il Padre.

Annunzieremo con te, di buon mattino,

con timore e gioia grande,

che è Bella la vita del Cielo!

Che è Bello quanto il Signore ci dona!

Che è Bello lodare il Signore!

Amen.

LEGGI ANCHE: Santa Chiara della Croce, il Santo di oggi 17 agosto: i segni della Passione sul suo cuore

ROSALIA GIGLIANO

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]