Oggi 13 gennaio, Sant’Ilario di Poitiers: Dottore della Chiesa che combatte contro le eresie

Vescovo e dottore della Chiesa, combatte l’eresia ariana attraverso i suoi scritti sul Dogma della Trinità e Divinità di Cristo. Famosi sono anche i suoi commenti ai Salmi e al Vangelo di Matteo.

Di nobili origini, attraverso la lettura della Bibbia, si avvicina alla fede cristiana. Ciò lo avvia ad un itinerario di approfondimento sulla Scrittura.

sant'ilario
photo web source

13 gennaio: Ilario, il Vescovo filosofo

In questo tredicesimo giorno del mese di gennaio, la chiesa venera Sant’Ilario di Poiters. Proveniente da una famiglia aristocratica gallo-romana, Ilario è subito attratto dalla filosofia. Era sposato e padre di una bambina di nome Abra. Ma la lettura della Bibbia gli fa conoscere il cuore della fede cristiana.

Si pose un giorno a leggere la Sacra Bibbia, e giunto alle parole: «Ego sum qui sum: Io sono Colui che sono», ne è fortemente impressionato. Continua a leggere e illuminato sulla onnipotenza di Dio, piega la mente ad adorarlo come suo Creatore e Signore. Essendo così disposto, riceve il santo Battesimo.

Subito dopo il Battesimo viene scelto come vescovo di Poitiers e come pastore e studioso s’impegna a indagare la Verità contro le eresie del tempo, in particolare l’arianesimo.

La sua lotta all’Arianesimo

Ancora poco addentro ai problemi della fede, scopre solo nel 354 il simbolo di Nicea. Partecipa al concilio di Seleucia in Isauria nel 359, dove ottiene l’unità tra i sostenitori del simbolo di Nicea e chi sostiene che il Cristo è simile nella sostanza al Padre.

La Chiesa cattolica e quella anglicana lo ricordano il 13 gennaio, suo dies natalis, ma è iscritto nel Martirologio romano alla data del 14 gennaio.

LEGGI ANCHE: Sant’Ilario di Poitiers, il Santo di oggi 13 gennaio: combatté gli ariani

Preghiera a Sant’Ilario

Fa, o Signore, come l’esempio del nostro amato Ilario,

che io mi mantenga sempre fedele a ciò che ho professato

nel Simbolo della mia rigenerazione,

quando sono stato battezzato nel Padre, nel Figlio e nello Spirito Santo.

Che io adori te, nostro Padre,

e insieme con te il tuo Figlio;

che io meriti il tuo Spirito Santo,

il quale procede da te mediante il tuo Unigenito. Amen

LEGGI ANCHE: Sant’Ilario di Poitiers: Dottore della Chiesa che ha difeso dall’eresia

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: redazione@lalucedimaria.it