Novena a Sant’ Espedito. Ottavo giorno

Novena a Sant' Espedito. Ottavo giorno
Sant’ Espedito

Novena a Sant’ Espedito, il Santo e Martire, la cui memoria si celebra il 19 Aprile.
Espedito è il nome che assunse al momento della sua conversione, per cui nessuno storico o religioso è riuscito mai a risalire alla sua famiglia di origine.

Nacque e visse nel III-IV secolo e fece parte di un gruppo di convertiti al cristianesimo, che venne martirizzato a Melitene (odierna città turca Malatya).
In Italia, le tracce più antiche del culto a Sant’ Espedito sono state ritrovate a Torino, dove si trovava la contrada di Sant’ Espedito, lungo il percorso che, obbligatoriamente, dovevano fare i mercanti (che invocano questo Santo), per attraversare la città.

Una statua in marmo di Sant’ Espedito, scolpita dal torinese Cattaneo, si trova nella chiesa di San Rocco; anche la chiesa di Sant’ Alfonso ne presenta una.
E’ considerato il Santo delle cause urgenti, quasi come se il suo nome evocasse un tale carisma.

Ed è in questo modo e per questo motivo che vogliamo pregarlo con convinzione anche noi, per affidare a lui le nostre “problematiche”, quelle che richiedono una soluzione istantanea, sicuri che non ci lascerà nell’abisso del insoluto.

Novena a Sant’ Espedito

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.
O Dio, vieni a salvarmi. Signore, vieni presto a soccorrermi. Gloria.
Cuore sacratissimo di Gesù, prega per noi.
Cuore Immacolato di Maria, prega per noi.
Sant’ Espedito, prega per noi (3 volte).

17 Aprile – 8° giorno
Estendi ancora, o grande Santo, la tua protezione alle persone sofferenti che confidano nel tuo patrocinio. Ti raccomandiamo particolarmente coloro che, secondo il modo di pensare umano, pare non possano essere sollevati, nelle loro tribolazioni, senza un particolare aiuto di Dio. Degnati di esercitare a loro favore quella speciale prerogativa, da Dio conferita, di sovvenire prontamente e con aiuti efficaci ai bisogni urgenti di chi confida in te.
Pater, Ave, Gloria.

Antonella Sanicanti