Medjugorje: la misteriosa pergamena proveniente dal Cielo

In occasione dell’ultima apparizione quotidiana, la Madonna fece un dono prezioso a Mirjana, qualcosa di simile a una pergamena.
La misteriosa pergamena proveniente dal Cielo che la Madonna ha donato alla veggente Mirjana di Medjugorje
L’episodio è ben raccontato nel libro “Il mio Cuore trionferà” scritto dalla veggente e pubblicato in Italia da Dominus Production Edizioni.

Il testo è una biografia della veggente Mirjana in cui narra la sua vita con tanti aneddoti poco noti e davvero straordinari. Tra cui quello riguardante la misteriosa pergamena che la Madonna le consegnò il 25 dicembre 1982, quando ebbe l’ultima apparizione quotidiana, e le comunicò altresì che da allora in poi, le sarebbe apparsa solo una volta all’anno, ogni 18 marzo per tutta la vita. Successivamente, il 2 agosto 1987, cominciarono le apparizioni straordinarie mensili, che si sono concluse il 2 marzo scorso.

La pergamena e i dieci segreti

Nei giorni precedenti il Natale del 1982, la Madonna le preannunciò alla veggente Mirjana che in quella data, le sarebbe apparsa quotidianamente per l’ultima volta. E il 25 dicembre le rivelò il decimo e ultimo segreto, e le diede alcune importanti indicazioni. Avrebbe dovuto scegliere un sacerdote per affidargli il compito di rivelare i segreti al mondo. Dieci giorni prima dell’avvenimento, Mirjana avrà il compito di comunicare al sacerdote prescelto cosa accadrà.

Poi insieme dovranno pregare e digiunare per sette giorni e tre giorni prima dell’evento, il sacerdote lo rivelerà all’umanità. E così avverrà per tutti e dieci i segreti che la Madonna le ha affidato. Inoltre, il 25 dicembre 1982, la Madonna diede a Mirjana una sorta di pergamena con sopra scritti i dieci segreti, che avrebbe dovuto mostrare al sacerdote designato, per poi rivelarli quando sarebbe stato il momento.

La pergamena che la Madonna consegnò a Mirjana

Quel 25 dicembre 1982 fu un Natale molto triste per Mirjana che dovette accettare di non rivedere pìù la Madonna ogni giorno e non fu affatto facile. Ci riuscì solo dopo un lungo tempo. Ma al termine di quell’apparizione durata circa 45 minuti, un tempo straordinario, si ritrovò col rotolo che la Madonna stessa le aveva affidato. E solo allora realizzò con grande stupore che stava tenendo in mano un oggetto proveniente dal Cielo. Fu qualcosa di assolutamente straordinario e umanamente incomprensibile che come tanti altri fatti accaduti nel corso di quei diciotto mesi di apparizioni iniziate il 24 giugno 1981, non poteva che accoglierlo come un mistero di Dio.

Mirjana veggente di Medjugorje ha ricevuto tutti i dieci segreti

In cosa consiste l’oggetto misterioso

Mirjana racconta nella sua biografia, che il rotolo è di color beige, composto di aspetto simile alla pergamena ma è indefinibile i materiale di cui è composto, è una via di mezzo tra carta e tessuto. Una volta aperto, ci trovò scritti i dieci segreti con un’elegante calligrafia in corsivo. Ogni segreto era riportato con parole semplici e chiare, quasi come quelle utilizzate dalla Madonna quando glieli spiegò a voce. I segreti non sono numerati ma riportati in ordine, uno dopo l’altro, a cominciare dal primo fino al decimo. Vi sono inoltre specificate le date degli accadimenti futuri.

Nessuno riesce a leggere ciò che è scritto sulla pergamena

Mirjana ripose il rotolo tra i suoi documenti importanti, ma sempre col timore che qualcuno potesse trovarlo e leggerlo. Poi in occasione di una visita a casa sua di un’amica e di una cugina, sentì il fortissimo impulso di mostrarglielo. E mentre la cugina lesse qualcosa che sembrava una preghiera o una poesia, l’amica lesse invece la richiesta di aiuto di una persona. Quindi nessuna aveva letto ciò che realmente c’era scritto. Era la conferma che solo Mirjana poteva farlo. E così si rasserenò e non si preoccupò più.

C’è chi suppone che la Madonna le abbia donato la pergamena per potersi ricordare i segreti. Mirjana lo esclude in quanto è certa che se si dimenticasse di ciò che le è stato rivelato, Dio le permetterebbe di ricordarlo nel momento opportuno. Invece la sua idea personale è che la pergamena implica che non debba essere necessariamente in vita per rivelare i segreti.

La guerra e il ritrovamento della pergamena

Durante il conflitto dei Balcani, Sarajevo, fu terribilmente danneggiata e così il palazzo dove aveva vissuto Mirjana con la sua famiglia d’origine. Tanto che guardando le immagini della sua città natale, irriconoscibile a causa dei bombardamenti, pensò alla pergamena che era rimasta nell’appartamento, e pregò molto perché non andasse persa.

Poi accadde che nel 1994, un soldato dell’ONU si presentò a Medjugorje nella casa dove Mirjana oramai giovane sposa e madre, si era trasferita. E le consegnò un pacco contenente tutti i loro documenti, fra cui la pergamena.

Medjugorje, cosa ci chiede la Madonna, commento al messaggio del 25 aprile 2020

“Questa è la risposta alla mia preghiera, grazie!”. Il soldato contento di averla potuta aiutare:”Sicuramente si tratta di cose importanti”. Sorridendo Mirjana gli rispose:”Lei non ha idea..”

Simona Amabene 

@Riproduzione riservata 

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI

 

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]