A Medjugorje Dio mi ha detto: “Ecco quanto vi amo”

A Medjugorje Dio mi ha detto: “Ecco quanto vi amo” e in quel momento, lì in quel luogo sperduto della Bosnia, la mia vita è cambiata. María Vallejo-Nágera, scrittrice spagnola, ha raccontato così la sua toccante esperienza a Medjugorje: “Vi vorrei raccontare questa piccola storia della mia vita, che è cambiata completamente quando sono andata per la prima volta in quel paesino chiamato Medjugorje”.

Il viaggio a Medjugorje, organizzato dagli amici

Era il 1999 e lei viveva a Londra, con i suoi tre figli. Si diceva cattolica, ma “tuttavia non avevo realizzato cosa fosse Dio, non avevo fede, non volevo parlare di Dio, non m’interessava affatto né la Chiesa né Dio”. Poi, il viaggio a Medjugorje, organizzato da alcuni suoi amici, cambiò le cose.

“Il primo giorno fu davvero noioso per me, non capivo una parola, né quello che accadeva, non credevo che la Madonna apparisse a quei sei giovani, non avevo neanche un comportamento educato durante la Messa, ne avevo trovata una in inglese al mattino, ma non avevo fatto altro che scattare foto per tutto il tempo, senza ascoltare una parola di quello che diceva il prete o della celebrazione”.
All’uscita dalla Messa, María Vallejo-Nágera si diresse verso la sala dove i veggenti tenevano dei colloqui. “Noi camminavamo vicino ai confessionali e allo stesso tempo alla mia destra c’era il muro esterno della chiesa di San Giacomo. Ero circondata dai miei amici e stavo scherzando con loro.

La Conversione

Ho sentito l’urgenza di guardare su nel cielo e improvvisamente o sentito come … un colpo d’amore, che mi prendeva dritto al cuore, in maniera davvero molto forte. Secondo il mio orologio, questa esperienza non è durata che tre secondi, ma è stata molto, molto potente. In quel preciso momento ho sentito che Dio stava parlando proprio a me e mi stava dicendo: “Ecco quanto amo ciascuno di voi, in tutto il mondo”.

Ho sentito anche una specie di botta di paura, di dolore, perché in quel preciso momento ho capito di essere stata davvero cattiva nei confronti dei miei affetti, nei confronti della fede e di Dio”. Da allora, María Vallejo-Nágera ha cominciato ad andare ogni giorno a Messa, a confessarsi, a cibarsi dell’Eucarestia, come non aveva mai fatto prima. Ed è cambiato, come racconta,  anche il suo modo di scrivere.

Antonella Sanicanti

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI