Max Biaggi ospite da Mara Venier in lacrime per l’amico scomparso

La commozione del campione di motociclismo durante la trasmissione televisiva Domenica In,  arriva ai cuori di tutti.

Questa volta è stato Max Biaggi a ricordare il celebre conduttore televisivo, scomparso prematuramente qualche anno fa. Un pensiero forte che ha strappato qualche lacrima a coloro che erano lì ad ascoltarlo.

Max Biaggi ricorda Frizzi

Nel corso dell’ultima puntata del contenitore domenicale della Rai, “Domenica In”, il ricordo di Fabrizio Frizzi è indelebile. Non solo la padrona di casa, Mara Venier, ma anche i suoi ospiti, più volte, hanno ricordato il popolare conduttore tv, scomparso prematuramente.

“Lui era con me alla mia festa di compleanno”

Anche il motociclista Max Biaggi, in un momento della sua intervista, lo ha ricordato: “Abbiamo sempre avuto un bel rapporto e abbiamo un bel rapporto. Ieri sera alla festa è come se ci fosse stato anche lui con me” – ha dichiarato.

Biaggi, dalla Venier in occasione del suo 50esimo compleanno, ricorda il loro amico in comune. Sullo schermo, in studio, è mostrata la foto dello stesso Biaggi insieme a Frizzi, scomparso nel marzo 2018. L’emozione è tanta e negli occhi di Biaggi arriva, anche, una lacrima.

LEGGI ANCHE: Il ricordo di Fabrizio Frizzi: uomo di fede, devoto alla Vergine di Lourdes

I ricordi di Mara Venier

Lo sai che io e te ci siamo conosciuti grazie a lui sì? Io e te eravamo insieme al suo funerale me lo ricordo” – gli ricorda la Venier, ricordando anche i momenti trascorsi in compagnia di Frizzi.

Un momento di grande commozione, ma anche di ricordo, per una delle persone della tv che resterà per sempre nel cuore di tutti gli italiani.

LEGGI ANCHE: Fabrizio Frizzi: dopo un anno, la sua assenza è sempre forte

ROSALIA GIGLIANO

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]