Madonna nera di Montserrat, la storia della “Morenita”

Il culto della Madonna nera di Montserrat fonda le sue radici nel Medioevo. La Madonna nera di Montserrat presenta molte analogie con le numerosissime icone mariane di questo tipo.

Madonna di Montserrat Vergine
Madonna di Montserrat (websource)

Le icone mariane dal singolare e caratteristico volto bruno sono sparse in tutta Europa e non solo. Troviamo alcune delle cosiddette Madonne nere anche in Sudamerica e nelle Filippine. Presentano tutte, o quasi, caratteristiche comuni, quelle ricordate da Jacques Huynen, specialista delle Vergini brune. Tutte risalgono grosso modo al Medioevo; sono tutte Vergini Regine, sedute dunque su un piccolo trono e, non per ultimo, i luoghi in cui esse sono state collocate divennero importanti centri di pellegrinaggio. Tra queste, si inserisce la Vergine di Montserrat, che fonda le sue radici almeno dall’800 d.C.

La Madonna nera di Montserrat e la sua storia

La Vergine di Montserrat (La Mare de Déu de Montserrat in catalano), ha una storia millenaria. Secondo la leggenda, infatti, essa fu ritrovata da alcuni bambini che accudivano un gregge nell’anno 880, siamo dunque in pieno Medioevo. In quel giorno, verso l’ora del tramonto, i bambini furono attratti da una folgorante luce proveniente dalla montagna di Montserrat (Catalogna). I giovani, giunti in loco, scoprirono una piccola grotta scavata nella montagna, all’interno della quale trovarono la Vergine.

La nascita del culto

Il Vescovo della vicina città di Mausera, venuto a sapere dell’accaduto, organizzò il trasporto della statua (alta non più di 90 cm), ma, a sorpresa, essa rimase immobile. Tale prodigio fu interpretato allora come segno della volontà della Beata Vergine di rimanere nei pressi del luogo e il vescovo ordinò immediatamente la costruzione del Santuario. Da quel momento prese vita il culto della Vergine di Montserrat.

La statua della “Moreneta”

L’icona mariana di Montserrat, venerata nel Santuario posto sopra la montagna (a circa un’ora e mezza da Barcellona) rappresenta la Beata Vergine, con il tipico volto scuro, con in braccio suo Figlio Gesù. Nella mano destra, la Madonna regge una sfera simboleggiante l’universo. Gesù Bambino, con la sua mano destra effettua il gesto della benedizione. L’immagine è dipinta d’oro, ma le mani e il volto sono rappresentati nel singolare colore bruno. La comunità di appartenenza, ha dato infatti alla Vergine di Montserrat il popolare soprannome di “Moreneta”.

Preghiera alla Madonna di Montserrat

O Madre Santa, cuore pieno d’Amore, pieno di misericordia, che sempre ci ascolti e consoli, accogli le nostre suppliche. Come tuoi figli, imploriamo la tua intercessione davanti a Tuo Figlio Gesù. Ricevi con comprensione e compassione le richieste che ti presentiamo, specialmente [richiesta specifica]. Che consolazione sapere che il tuo Cuore è sempre aperto per quanti si rivolgono a te! Consegniamo alle tue cure tenere e alla tua intercessione i nostri cari e tutte le persone malate, sole e ferite. Aiutaci, Santa Madre, a sopportare tutti i pesi della vita per arrivare a partecipare alla Gloria Eterna e alla pace di Dio. Amen. Nostra Signora di Montserrat, prega per noi.

Approfondimenti:

Per approfondire la Madonna nera di Loreto: clicca qui

Per approfondire la Madonna nera di Czestochowa: clicca qui

Per approfondire la Madonna nera di Viggiano: clicca qui

Fabio Amicosante

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]