Jackson non è un mostro, mio figlio ha la sindrome di Treacher Collins

La sindrome di Treacher Collins è una patologia che deforma i tratti somatici della persona, che mutano anomalamente, durante la crescita. Si manifesta sulle ossa e i tessuti della faccia e può provocare anche sordità grave.
Chi ne è affetto è costretto a subire vari interventi chirurgici, per cercare di recuperare una forma ottimale e soprattutto l’uso dell’orecchio.
E’ una condizione di handicap che sicuramente mette in grave difficoltà i bambini e potrebbe farli sentire molto a disagio.

Ne è affetto anche Jackson Bezzant, un bambino di 7 anni che, oltretutto, viene insultato dai suoi coetanei e additato come “mostro”, in una scuola americana.
Un giorno, mentre stava consumando la merenda a scuola, il collaboratore scolastico si è accorto degli atti di bullismo perpetrati nel suoi confronti, da parte di altri bambini, ed è intervenuto, per difenderlo e proteggerlo.

“Una volta, una donna ci è passata accanto e abbiamo sentito: “Hai visto il viso del ragazzo?” “, racconta il padre di Jackon, Dan Bezzant, addolorato per quali insulti debba subire il proprio bambino.
Dopo quanto gli è accaduto a scuola, Dan, ha deciso di lanciare un messaggio, che potesse cercare di smuovere gli animi intorbiditi dalla indifferenza e sottolineare il bisogno di rispetto che si deve a tutti, soprattutto a chi, come Jackson, è costretto a fare i conti con le avversità della vita, che porta scritte sul suo volto.

In un post pubblicato su Facebook Dan ha scritto: “Il mio cuore è in pezzi adesso e sento la mia anima come strappata dal petto. Questo bel ragazzo, mio figlio Jackson, deve sopportare osservazioni pesanti e ignoranti, come non ne ho mai sentite prima.
Viene chiamato brutto, pazzo, mostro, ogni giorno dai suoi compagni di scuola. Parla di suicidio ed ha solo 8 anni!
Mi racconta che non ha amici e che tutti lo odiano. I bambini gli lanciano pietre, lo spingono e gridano parole orribili. Vi prego di prendere un minuto ed immaginare che fosse vostro figlio. Prendete un altro minuto per educare i vostri figli su questioni così particolari. Parlate loro della compassione e dell’amore, che dovrebbero avere nei confronti dei loro compagni.
Mio figlio è affetto dalla sindrome Treacher Collins. Ha subìto interventi terribili e dovrà farne molti altri nei prossimi anni. Comunque, potrei continuare … ma voglio solo pregarvi di educare meglio i vostri figli.
Per favore, condividete questo mio messaggio. Quello che sta vivendo a scuola mio figlio, non dovrebbe viverlo nessun bambino!”.

Era proprio il caso di riportare il messaggio di Dan nella sua versione integrale e condividerlo il più possibile; se ne comprende bene il motivo.
Pare che il post sia stato condiviso già tantissimo e che sia diventato virale.
Qualcuno ha capito il sentimento di Dan e la condizione delicata del suo bambino (forse qualche genitore ha parlato al proprio figlio), perché, ora, qualche coetaneo si sta avvicinando a Jackson, per fare amicizia.