Ratzinger potrebbe non tornare in Vaticano: l’ipotesi del tabloid tedesco

L’ipotesi del tabloid tedesco Bild dopo il ritorno di Ratzinger in Germania per fare visita al fratello malato: potrebbe non tornare più in Italia.

Ratzinger
Il fratello Georg e Joseph Ratzinger

Ieri infatti è stata diffusa dalla Santa Sede la notizia del ritorno del Papa emerito in Baviera, scrivendo che Benedetto XVI si trova lì per motivi familiari. Anche la diocesi di Ratisbona ha smentito l’indiscrezione del giornale tedesco. Per molti però l’ipotesi non è da escludere a priori. Insomma, Ratzinger potrebbe avere lasciato il Vaticano per sempre?

La dolcezza del Papa emerito e il ritorno in Germania

Il fratello, monsignor Georg, ha 96 anni ed è gravemente malato: ormai cieco, è costretto a rimanere a letto. Il gesto del Papa emerito dimostra la tenerezza e la dolcezza di un uomo che è stato dipinto, ingiustamente, arrogantemente, un “mastino”. Certo, Joseph Ratzinger è stato senza dubbio uno dei più grandi teologici degli ultimi due secoli, e non solo. Ma il suo carattere umile, timido e schivo emerge da molti dei suoi gesti, a partire dall’incredibile rinuncia al Pontificato, e ora alla decisione di lasciare Roma per stare vicino al fratello malato.

Le foto di Ratzinger lo ritraggono indebolito ma sereno, vicino a quel Dio che ha tanto amato e di cui tanto ha scritto nella sua vita, donando all’umanità una produzione intellettuale immensa. La Santa Sede tuttavia continua a specificare che nei prossimi giorni il monastero Mater Ecclesiae potrebbe accogliere il suo ritorno.

ratzinger
La foto dell’arrivo di Joseph Ratzinger in Germania

L’atterraggio a Monaco e l’arrivo a Ratisbona

Dal 2013, dalla rinuncia storica al Pontificato, Ratzinger non si era mai allontanato dai Giardini Vaticani, se non per qualche visita estiva a Castel Gandolfo o sui Castelli Romani. Rinuncia che cambiò il volto della Chiesa.

Ratzinger ieri è atterrato a Monaco di Baviera verso le 11,45, accolto dal vescovo monsignor Rudolf Voderholzer che lo ha accompagnato a Ratisbona e alla residenza del fratello Georg. La diocesi, in seguito, ha invitato i fedeli a rispettare il momento delicato, lasciando che “questo incontro profondamente personale rimanga privato”, come desiderio di entrambi i fratelli.

Lo stretto legame con il fratello Georg

La decisione di partire alla volta della Baviera è stata presa in accordo con Papa Francesco, e in maniera rapida, dopo che la salute del fratello è sostanzialmente peggiorata in pochi giorni. Da tempo Georg non vede Joseph, per via della pandemia del coronavirus, che gli ha impedito di recarsi in Vaticano nei giorni di Pasqua o per il compleanno del fratello Joseph.

ratzinger
Papa Francesco e il Papa emerito Joseph Ratzinger

Il legame tra i due è sempre stato saldo e testimoniato da momenti di affetto reciproco e concreto. Nel 2008 la città di Castel Gandolfo decise di offrire la cittadinanza onoraria a Georg Ratzinger, e in quella occasione l’allora Benedetto XVI affermava: “Fin dalla nascita, mio fratello è stato per me non solo un compagno, ma anche una guida affidabile. Ha sempre rappresentato un punto di orientamento e di riferimento con la chiarezza e la determinazione delle sue decisioni”.

Il precedente della sorella Maria

L’ultima volta che il Papa emerito viaggiò nella sua patria natale fu il 2011, per il viaggio apostolico che si svolse a settembre. Nel 1991 Joseph, per la morte di sua sorella Maria, non riuscì ad arrivare tempo per starle vicino. Il giornale tedesco Bild spiega che fu una vicenda che non si perdonò mai.

Anche per queste ragioni interiori, è possibile che Joseph si fermerà in Germania “finché il corso della vita del fratello giungerà a termine”. Che sarebbe cioò “il tempo necessario” di cui ha parlato la sala stampa della Santa Sede.

Ratzinger
photo web source

La benedizione di Ratzinger al piccolo Konstantin

“Il Papa emerito Benedetto XVI si è recato in Germania in visita al fratello malato. Si trova ora nella città di Regensburg, dove trascorrerà il tempo necessario. Insieme a lui si trovano il segretario, monsignor Georg Gaenswein, il medico, un infermiere, una delle memores domini e il vice comandante del Corpo della Gendarmeria dello Stato della Città del Vaticano”, è quanto scrive il direttore della Sala stampa della Santa Sede Matteo Bruni.

Un gesto dimostra ulteriormente la dolcezza e la bontà del Papa emerito. Le cronache riportano infatti che, prima di salire in auto per arrivare al seminario diocesano dove alloggia, Ratzinger ha benedetto il piccolo Konstantin, di appena due settimane.

Preghiamo per il Papa emerito

Il presidente della Conferenza episcopale tedesca monsignor Georg Bätzing ha affermato di accompagnare con le sue preghiere il soggiorno del Papa emerito e suo fratello Georg. “Siamo felici che egli, che è stato membro della nostra Conferenza episcopale per diversi anni, sia tornato a casa, anche se l’occasione è triste”, ha detto il prelato.

Ratzinger e Giovanni Paolo II

Vedremo cosa succederà nei prossimi giorni. L’aspettiamo, Santità, e preghiamo per lei!

Giovanni Bernardi

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]