Dopo Willy, un altro giovane pestato a sangue: è accaduto a Civitavecchia

Dopo la tragedia del giovane Willy, ancora un’altra vittima di pestaggio nel Lazio. Questa volta a Civitavecchia.

giovane
photo web source

Un giovane di 28 anni di Civitavecchia ha denunciato di esse stato malmenato da 3 persone. Ecco il suo racconto.

Aggredito un giovane a Civitavecchia

Ancora un’aggressione violenta ai danni di un giovane. Dopo il pestaggio e la morte del giovane Willy, ucciso perché straniero e perché voleva calmare una rissa da due fratelli, ora in carcere, un’altra vicenda macchia ancora la tranquillità del nostro Paese.

Siamo a Civitavecchia: qui due fratelli pugili e il loro cognato sono stati arrestati dai Carabinieri della locale stazione con l’accusa di violenza contro un giovane 28 enne. La loro violenza, il loro pestaggio è stato tale che questo ragazzo ha perso l’uso di un occhio.

“Aggredito per futili motivo e ho perso un occhio”

Il ragazzo, recatosi alla stazione dei Carabinieri di Ladispoli, ha denunciato che, lo scorso 20 luglio, è stato aggredito e picchiato da due fratelli e dal loro cognato, per futili motivi, tali da causargli lesioni gravissime consistenti nella perdita di un occhio.

Ddl Zan e il divieto di pregare in difesa della famiglia
Photo web source

I Carabinieri, durante le loro indagini, sono riusciti a risalire all’identità degli aggressori grazie anche al fatto che la vittima conosceva chi l’ha aggredito, perché iscritti alla sua stessa palestra. La sera dell’aggressione, il giovane si trovava in compagnia della fidanzata e aveva incontrato la sorella degli aggressori. Quest’ultima, anche lei indagata, li aveva avvisati di trovarsi in compagnia del ragazzo e della sua fidanzata.

Il momento dell’aggressione

I tre, giunti sul posto, forse non accettando quella “compagnia”, hanno aggredito in modo inaudito e violento il 28 enne, mentre la sorella di questi impediva alla fidanzata del giovane di chiamare i soccorsi e le Forze dell’Ordine.

Futili motivi quelli dell’aggressione, probabilmente riconducibile al troncamento di un’amicizia fra il giovane e i due fratelli e ad un loro mancato invito ad una festa.

Le indagini proseguono.

Fonte: adnkronos.com

ROSALIA GIGLIANO

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]