I 5 fatti realmente accaduti collegati al film “L’esorcista” di William Friedkin – VIDEO

“L’esorcista”L’esorcista” è un film del 1973 diretto da William Friedkin, tratto dall’omonimo romanzo di William Peter Blatty che scrisse anche la sceneggiatura del film.
Anche se molto datato oramai uscito in Italia il 4 ottobre 1974, rimane uno dei film horror più inquietanti di tutti i tempi, non solo per l’argomento descritto (tratto da una storia realmente accaduta), non solo per come è stato realizzato (per la dovizia di particolari, che hanno permesso delle riprese molto realistiche), ma per ogni evento soprannaturale, che si verificò sul set, durante le riprese e il montaggio del film e che ha contribuito ha renderlo spaventosamente ineguagliabile.

Ecco alcuni episodi che furono raccontati dopo l’uscita del film e che ci lasciano, tutt’ora, nel terrore più totale.

1) In primo luogo, pare che quando il film venne proiettato a Roma, al cinema Metropolitan, un fulmine colpì una croce, antica di ben 400 anni, sul tetto di una chiesa, distruggendola.

2) Ellen Burstyn, che nel film interpretava il ruolo di Chris MacNeil, ebbe un incidente molto grave, dopo essersi rifiutata di recitare delle lodi a Satana, che il copione prevedeva.

3) Furono ben 9 le persone che persero la vita, tra i parenti più prossimi degli attori e dei tecnici che lavoravano alla pellicola, solo durante le riprese, mentre un incendio aveva già messo tutti in pericolo, nel secondo giorno della lavorazione, provocando ben 200.000 dollari di danni.

4) Pare, inoltre, che uno dei protagonisti del film, quello che interpretava l’ infermiere, si rivelò essere un serial killer di omosessuali, tanto che, nel 1979, venne arrestato per questo reato.

5) Ma anche l’ indirizzo in cui su realizzato il montaggio del film rivelò qualcosa di molto sinistro, poiché corrispondeva al civico 666 della Fifth Avenue a New York.
Dunque “L’esorcista” porta con se un macabro messaggio, che attraversa le fantasie blasfeme di coloro che adorano l’occulto e le mette in pratica, fornendo a Satana il “set” ideale per le sue rivendicazioni sul genere umano.

 

Antonella Sanicanti

Seguici anche su Google News CLICCANDO QUI!