Coronavirus: nasce l’Emporio della Salute – Un esempio da seguire

La solidarietà in terra di Puglia. Al Villaggio del Fanciullo di Bari, una iniziativa molto particolare, in collaborazione con le farmacie cittadine.

salute 1

L’iniziativa solidale “Emporio della Salute”, voluta dalla Caritas e dal Banco Farmaceutico per la distribuzione di farmaci da banco a coloro che non possono permetterseli.

A Bari la nascita di una farmacia solidale

Tanti sono i farmaci che le farmacie hanno in deposito e che non vengono utilizzati. Farmaci che possono esser utili a chi non può permetterseli e, in alcuni casi, possono anche salvare la vita di qualcuno. Per questo non vanno gettati.

Per permettere a tutti l’accesso, anche, ai farmaci, le farmacie di Bari hanno aderito all’iniziativa, voluta dalla Caritas e dal Banco Farmaceutico “Emporio della salute”, nato all’interno del Villaggio del fanciullo.

L’iniziativa è frutto di un accordo tra Comune di Bari, Caritas diocesana, Ordine dei Farmacisti, Federfarma, Banco farmaceutico e associazione di solidarietà “Rogazionisti – Cristo Re onlus”.

Don Vito: “Tutti abbiano accesso ai farmaci”

Il progetto, in fase sperimentale durerà un anno e ha come obiettivo il recupero dei farmaci non più usati e correttamente conservati nelle farmacie cittadine o donati da privati. Il loro riutilizzo ha finalità umanitarie e di assistenza sanitaria in favore degli utenti dei servizi sociali e degli enti caritativi che vivono in una grave situazione di disagio economico-sociale.

salute
Villaggio del Fanciullo (Bari) – photo web source: bari.repubblica.it

Le persone costrette a vivere ai margini della nostra città possono sperimentare il volto di una società che tende tutta ad essere una madre solidale. Il mio auspicio è che l’emporio possa manifestare una ulteriore attenzione in questo senso” – spiega, in un’intervista ad Avvenire, don Vito Piccinonna, direttore della Caritas diocesana di Bari.

Nasce l’Emporio della salute al Villaggio del fanciullo di Bari

Permettere a tutti l’accesso ai farmaci è visto, anche, come un diritto di ogni cittadino. I medicinali saranno ritirati presso le farmacie, grazie all’associazione “Ideando” individuata dalla Caritas diocesana in collaborazione con l’Ordine dei Farmacisti, la Federfarma e la Fondazione Banco farmaceutico Onlus. Il ritiro sarà effettuato una volta ogni 15 giorni.

Si consolida così il nostro impegno affinché l’accesso alle cure e ai farmaci sia un diritto di tutti, specialmente delle persone più fragili. L’Emporio della salute è un progetto di solidarietà e innovazione sociale. Incontra i nuovi bisogni, in crescita soprattutto in questo periodo di emergenza sanitaria” – dichiara l’assessore al Welfare del Comune di Bari, Bottalico.

salute 2
photo web source

Emporio della Salute: la scelta, non casuale, della sede

La scelta del Villaggio del Fanciullo come sede per l’Emporio della Salute, non è stata casuale: “Questo è da sempre luogo votato all’aiuto del prossimo e di tutti i bisognosi” – ha concluso padre Vincenzo d’Angelo, direttore del Villaggio.

Aiutare i poveri e i bisognosi dando loro la possibilità anche di accedere ai farmaci, è un gesto di concreta carità e amore verso il prossimo.

Fonte: avvenire.it

ROSALIA GIGLIANO

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]