Don Coluccia: chi è il “pusher di Gesù” accusato a Roma

Don Coluccia, Sacerdote che predica a San Basilio, ha raccontato ai media un episodio abbastanza singolare che gli è capitato a Ferragosto.

Foto dal Web

Una scena che dimostra lo stato del quartiere romano e quello di alcuni giovani alla ricerca di un divertimento pericoloso.

La dura vita di Don Coluccia a San Basilio

L’omicidio di Don Roberto, il Parroco che aiutava gli ultimi, ha riportato l’attenzione su quei tanti Sacerdoti che si trovano a predicare la Parola del Signore in contesti difficili. Il loro lavoro è fondamentale per salvare i giovanissimi da una vita di perdizione e criminalità, ma episodi di cronaca come questo impongono ad una riflessione. Lo ha fatto anche Don Antonio Culuccia, da anni il Sacerdote di San Basilio.

Leggi anche ->Forte commozione ai funerali di don Roberto. Domani la Messa di suffragio

Il Parroco sa bene cosa significa cercare di contrastare la criminalità, visto che il quartiere romano è noto per essere quello in cui fiorisce il mercato della cocaina. In questi anni ha salvato tanti giovani e di recente ha ricevuto degli spazi confiscati alla criminalità che pensa di tramutare in una palestra di boxe. Lo sport e la fede, d’altronde, sono stati spesso un connubio vincente per strappare i più piccoli dalle morse della criminalità organizzata. Questo lavoro, però, comporta anche dei rischi. Ne sa qualcosa Don Coluccia che negli anni ha ricevuto numerose minacce.

Leggi anche ->Omicidio don Roberto, ora il tunisino indagato dice di non essere colpevole

“Io spaccio Gesù”

Lo scorso ferragosto Don Coluccia è stato testimone e protagonista di un episodio che illustra bene lo stato in cui versa San Basilio. A raccontarlo è stato lo stesso Sacerdote in un’intervista concessa a ‘Il Foglio’ il giorno seguente. In quella giornata di calura estiva il Parroco si trovava seduto su un muretto, nascosto da un albero alla ricerca dell’ombra, e scriveva un messaggio al cellulare. D’un tratto si ferma un’auto davanti a lui, scende una bellissima ragazza la quale chiede: “Per caso hai 50 euro di cocaina?”.

Il Parroco la guarda con un pizzico di disillusione e dispiacere, allarga le braccia e le risponde: “Io qui spaccio Gesù Cristo, te lo consiglio. Funziona molto di più. E’ candido ed è gratis. Vuoi provare?”. A quel punto la giovane ha compreso che si trattava di Prete ed ha cercato di dissimulare, sostenendo di averlo scambiato per un amico e che si trattava semplicemente di uno scherzo.

Luca Scapatello

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]