Molte associazioni difendono la famiglia tradizionale e la vita: Scuola di Bioetica 2018

Molte associazioni difendono la famiglia tradizionale e la vita: Scuola di Bioetica 2018
Famiglia

Ci sono molte associazioni che si preoccupano di organizzare eventi e formazione, in difesa della famiglia tradizionale e della vita, in questo periodo storico in cui anche i legislatori fanno a gara, per minare il diritto sacrosanto ad esistere e a procreare, in maniera sana e serena.
Due di queste sono ProVita e Generazione Famiglia.

Queste associazioni, il 29 e il 30 Settembre, daranno ampio spazio ad una particolarissima iniziativa, definita “Scuola di Bioetica 2018”.
Si svolgerà in un weekend, una full immersion sull’argomento, grazie a professori universitari, magistrati, medici che parleranno di scienza, di vita, di famiglia e delle loro innumerevoli, naturali quanto biologiche, interconnessioni.

Chiunque deciderà di parteciparvi, verrà fornito anche di materiale didattico appropriato, per approfondire gli argomenti trattati e trovare spunti per parlarne ad altri. I partecipanti avranno la possibilità di accedere gratuitamente a video tutorial e il diritto di ricevere un attestato di partecipazione.
Il meeting si terrà a Roma, presso la Villa Aurelia, ma chi non potesse raggiungere la Capitale in quei giorni, potrà seguire gli interventi dei vari professionisti anche in diretta streaming.

All’indirizzo redazione@notizieprovita.it e al numero 3774606227 si potranno effettuare, sin da ora, le iscrizioni o avere ulteriori informazioni sull’iniziativa e su chi verrà coinvolto.
Ricordiamo che ProVita è una Onlus che difende i bambini, sin dal concepimento, e “sostiene la famiglia, fondata sul matrimonio tra un uomo e una donna”; Generazione Famiglia (La Manif Pour Tous Italia) è un’associazione che si impegna “nel quotidiano per promuovere e proteggere la famiglia, come unione tra un uomo e una donna, aperta alla procreazione di figli”.

Entrambe queste organizzazioni sono costantemente in prima linea, contro la cultura dilagante della morte e in difesa degli abusi protratti dalla filosofia transgender, che vorrebbe modificare il nostro modo di concepire il nucleo familiare, primo seme di una società, che cresce nel rispetto di sani e leciti valori.

Antonella Sanicanti