Devozione agli Angeli: Preghiera all’Angelo Custode di San Francesco di Sales

Nella devozione agli angeli ricordiamoci del nostro Angelo custode. Lui è sempre accanto a noi. Invochiamolo con le splendide parole di San Francesco di Sales.

Angelo custode
foto web source

Ma chi sono queste creature, e qual’è la missione affidata loro dal Padre? Ecco in breve la risposta a queste domande che molti si pongono quotidianamente.

Gli angeli sono creature che Dio ha voluto appositamente per porle accanto agli uomini. Generati sin da subito con lo scopo di assisterci nei momenti difficili della nostra vita terrena e, mentre sono costantemente al cospetto dell’Altissimo, sorvegliare quanti li invocano.

Le devozioni giornaliere

Il martedì è il giorno della settimana, secondo il calendario della Chiesa Romana, dedicato alla devozione degli Angeli e dei Santi. Approfittiamo, dunque, di questa giornata per rivolgere il nostro pensiero all’Angelo che da sempre sta al nostro fianco e mai ci abbandonerà, per tutta la vita. Il nostro Angelo Custode.

La devozione agli Angeli è un fondamentale sostegno, per noi deboli creature. Invochiamo la loro vicinanza, nelle prove di ogni giorno, recitiamo, insieme la preghiera, donataci da San Francesco di Sales. Affidiamoci al nostro Angelo affinché vigili sulla nostra vita intera.

Ecco, dunque, una potente invocazione per rivolgerci direttamente alla creatura che Dio ci ha posto a fianco, a nostra protezione, sin dal giorno in cui siamo nati.

Preghiera all’Angelo custode di San Francesco di Sales

S. Angelo, tu mi proteggi fin dalla nascita.
A te affido il mio cuore: dallo al mio Salvatore Gesù, poiché appartiene a lui solo.
Tu sei anche il mio consolatore nella morte! Fortifica la mia fede e la mia speranza, accendi il mio cuore d’amore divino!

Fa che la mia vita passata non mi affligga, che la mia vita presente non mi turbi, che la mia vita futura non mi spaventi.
Fortifica la mia anima nelle angosce della morte; insegnami ad essere paziente, conservami nella pace!
Ottienimi la grazia di gustare come ultimo cibo il Pane degli Angeli!
Fa che le mie ultime parole siano: Gesù, Maria e Giuseppe; che il mio ultimo respiro sia un respiro d’amore e che la tua presenza sia il mio ultimo conforto. Amen.

Antonella Sanicanti

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]