Crollo del ponte: “Sono morto!” Parla l’autista miracolato – Video

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:14

Autista crollo ponteMercoledì 8 Aprile alle 10.30 circa, il ponte che unisce Caprigliola a Albiano Magra in provincia di Massa Carrara, crolla da cima a fondo.

 

Le impressionanti immagini del crollo lasciano sgomenti. Due furgoni che in quel momento stavano transitando sul ponte sono precipitati nel fiume. Quel collegamento che unisce le due località  toscane, è normalmente molto trafficato, tranne in questo particolare periodo. Il blocco della circolazione dovuto all’emergenza Coronavirus, ha fatto si che non avvenisse una tragedia come quella provocata invece, dal crollo del ponte Morandi a Genova il 14 agosto 2018.

Uno degli autisti, non solo è salvo ma completamente illeso. E’ incredibile la sua testimonianza che ci arriva attraverso una scatto fotografico che lo ritrae camminare sui resti del ponte subito dopo il cedimento. Con apparente tranquillità ma soprattutto senza conseguenze fisiche, come se fosse quasi estraneo alla situazione.

Autista miracolato, rimasto illeso dopo il crollo del ponte di Caprigliola - Massa Carrara

Ho visto la morte in faccia

Ho visto il ponte crollarmi in faccia, ho proprio visto venirmi addosso i pezzi del ponte che veniva giù. La sezione di asfalto davanti a me si è impennata e me la sono trovata di fronte, in verticale come se fosse un muro”. 

Sono invece le impressionanti parole dell’altro autista, Andrea Angelotti, residente a Piana Battolla in provincia di La Spezia, dopo un volo di dieci metri dentro il suo mezzo di trasporto per corriere, ha riportato una frattura ad una vertebra. Ha subito un’operazione durante la notte, ora sta sostanzialmente bene. Il suo furgone, è rimasto miracolosamente intatto.

Ponte di Caprigliola crollato in provincia di Massa Carrara in Toscana

La toccante testimonianza di un papà

Quello che ha vissuto sono momenti talmente drammatici che un uomo non può dimenticare. Andrea Angelotti, è papà di un bimbo di 5 anni, a cui è andato il suo primo pensiero. “Ho pensato, sono morto! In quegli istanti ho ricordato le immagini del crollo del ponte Morandi di Genova, sono due ponti diversi ma la scena è paragonabile, averla vissuta in prima persona è stata una cosa terrificante”

Un dramma che poteva sfociare in una nuova sciagura ma che è stata miracolosamente evitata. Cronisti ma anche le persone che hanno commentato il fatto, hanno rilevato all’unisono che è davvero straordinario che non ci siano stati morti, e che i due autisti nonostante siano precipitati nel vuoto per molti metri, siano sopravvissuti e non abbiano riportato gravi ferite.

Ponte crollato: una denuncia non ascoltata

Il ponte infatti, come denunciano alcune persone, è al centro di polemiche da novembre 2019.

La drammatica testimonianza dell'autista coinvolto nel crollo del ponte ad Albiano Magro

Al #Tg2Rai la drammatica testimonianza dell'autista coinvolto nel crollo del ponte ad #AlbianoMagro in provincia di #MassaCarrara: "Ho visto la morte in faccia, sono vivo per miracolo"

Pubblicato da Tg2 su Giovedì 9 aprile 2020

Da quando per via di una evidente crepa creatasi a seguito del maltempo che si era abbattuto sulla zona. Nonostante le denunce e i controlli effettuati, l’Anas aveva dato il via libera, senza limitazioni, alla circolazione.

Simona Amabene

@Riproduzione riservata 

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]