Coronavirus, mascherine: Arcuri svela il piano e tranquillizza tutti

    Il commissario per l’Emergenza Coronavirus Domenico Arcuri ha chiarito che con il governo ha deciso di fissare un prezzo massimo per le mascherine.

    (websource archivio)

    L’iniziativa servirà ad evitare che ci siano commercianti o privati che si approfittino dell’esigenza dei cittadini per speculare sui prezzi.

    Arcuri tranquillizza tutti sul costo delle mascherine

    Il commissario per l’Emergenza Coronavirus Domenico Arcuri ha parlato dell’esigenza di indossare le mascherine a partire dal prossimo 4 maggio. Per quel giorno il governo darà il via libera ad alcune attività commerciali e allenterà le misure di limitazione della mobilità dei cittadini. La condizione per questa maggiore libertà, però, sarà l’obbligo di indossare la mascherina ogni volta che si esce di casa; pare ad eccezione di coloro che escono a fare jogging. L’obbligo di mascherina preoccupa gli italiani, memori del caos di qualche settimana fa, quando non si trovavano dispositivi di protezione individuale a meno di voler pagare cifre folli.

    Leggi anche ->Coronavirus, fase 2: arrivano le mascherine per i bambini da colorare

    Arcuri poco fa ha voluto tranquillizzare i cittadini: “Nelle prossime ore con un’azione che abbiamo concordato stanotte con il governo fisseremo il prezzo massimo al quale le mascherine potranno essere vendute: lo faremo sia con riferimento al prezzo che all’aliquota fiscale connessa allo stesso”. Il commissario dà rassicurazioni non solo sui prezzi, ma anche sulla copertura: “Siamo pronti a distribuire tutte le mascherine che serviranno per la fase due”.

    Leggi anche ->Coronavirus, la vergognosa truffa sulle mascherine e il dio denaro

    Fornitura gratis per personale ospedaliero, rsa e dipendenti pubblici

    Per sopperire alla richiesta di mascherine da parte di tutti gli italiani, il commissario si dice sicuro che l’Italia sia in grado di produrne a sufficienza per tutti. Se inizialmente, infatti, a causa dell’improvvisa emergenza queste mancavano anche a chi lavorava negli ospedali, durante la fase 2 il quantitativo sarà bastevole per tutti.

    Chiaramente chi ha un ruolo cruciale nella lotta all’emergenza e tutto il personale statale e comunale riceverà queste gratuitamente: “continueremo a distribuire a titolo gratuito i dispositivi di protezione individuale al sistema sanitario, alla pubblica amministrazione, ai trasporti pubblici e alle forze dell’ordine e a tutte le componenti del sistema pubblico che ricominceranno a vivere dal 4 maggio”.

    Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI

    Luca Scapatello

    La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: redazione@lalucedimaria.it