Coronavirus: il Cardinal Bassetti ci dice come scambiarci la pace

Dal 18 maggio sarà possibile tornare nella “grande famiglia” e il presidente della Cei, il Cardinal Bassetti ci invia un messaggio in vista della ripresa delle celebrazioni.

Cardinale Bassetti
Cardinale Bassetti (photo websource)

Dal prossimo lunedì, 18 maggio, sarà possibile “tornare nella grande famiglia”. Le parole del presidente della Cei, il Cardinale Gualtiero Bassetti sono state riportate dall’agenzia di informazione Adnkronos e rappresentano un bel messaggio di vicinanza a tutte le famiglie che da dopodomani potranno tornare a “manifestare il nostro essere comunità”.

Cardinal Bassetti: il momento di ritornare

Come riporta Adnkronos, nel suo messaggio, rivolto a tutti i fedeli, il Cardinale Gualtiero Bassetti ha messo in luce l’importanza di questo straordinario evento. Nell’invitare tutti i fedeli a cogliere questo “evento di grazia”,  il presidente della Cei ci chiede di manifestare il nostro “essere famiglia”. In che modo? Con l’Eucaristia: è proprio l’Eucaristia a renderci comunità e famiglia. L’insegnamento di San Paolo, come ricorda il Cardinale, è in tal senso emblematico: noi ci nutriamo di un unico pane e siamo dunque chiamati a formare un unico corpo.

Salute del corpo…e dell’anima

L’Eucaristia, come ci ricorda il Cardinal Bassetti è la vera e propria salvezza dell’anima, vincolo primario per la sua salute. Ma, come riporta la fonte, il porporato tiene a precisare l’importanza della cura del corpo, mediante tutte le norme che ci vengono richieste. Dunque, l’utilizzo delle mascherine rimane fondamentale, così come i contatti ridotti. Ma questo può aprire in noi una nuova prospettiva: ripensare all’importanza e alla forza dello “sguardo”.

Lo scambio della pace

Uno dei passaggi emblematici del messaggio del Cardinale riguarda un particolare momento della celebrazione della Santa Messa: lo scambio della pace. Se è vero che non ci si può scambiare la pace dandosi la mano, Bassetti, le cui parole sono riportate da Adnkronos, ricorda che possiamo scambiarci la pace a distanza, con un sorriso. Il gesto del sorriso, in grado di comunicare gioia e amore, diventa, momentaneamente, il vincolo per lo scambio della pace tra i fedeli.

La preghiera in famiglia

Il Cardinale, nel corso del suo messaggio diretto ai fedeli, ha voluto ricordare il periodo di difficoltà rappresentato dal “lockdown”. Siamo stati costretti, per diverso tempo, a rimanere chiusi in casa, ma la forza della preghiera ha accompagnato tante famiglie, che, grazie anche all’ascolto della parola di Dio, si sono dimostrate unite nella fede. Ora, come leggiamo dalla fonte, il Cardinale ci chiede di “tornare ad essere famiglia” mediante l’Eucaristia. Possiamo vedere, di seguito, il video integrale del Cardinal Bassetti, condiviso su Facebook dalle CEI, Conferenza Episcopale Italiana.

Messa con il popolo. Card. Bassetti: “Ritorniamo a manifestare il nostro essere comunità”

“Non si tratta semplicemente della riapertura di un luogo sacro, delle nostre chiese che sono sempre rimaste aperte. Si tratta piuttosto di ritornare a manifestare il nostro essere comunità, il nostro essere famiglia. Del resto, è l’Eucaristia che fa di noi una comunità, una famiglia, perché, come dice san Paolo, noi che ci nutriamo di un unico pane siamo chiamati a formare un solo corpo”. Il card. Gualtiero Bassetti, presidente della Cei, in un videomessaggio in vista della ripresa delle celebrazioni con il popolo del 18 maggio

Pubblicato da CEI – Conferenza Episcopale Italiana su Sabato 16 maggio 2020

Fabio Amicosante

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]