Vangelo di domenica 9 maggio: riflessione di Paolo de La Luce di Maria – Video

È importante trasmettere quello che Gesù ci insegna, prendere per mano chi ci ha ferito: questo credo sia testimoniare un incontro.

Riflessioni di Paolo de La Luce di Maria

Gesù dice di amare come lui ci ha amato. Perché invece amarci gli uni gli altri può diventare qualcosa di confusionario: tante persone amano infatti in modo sentimentale. Tante persone dicono addirittura di innamorarsi di più donne o più uomini contemporaneamente, di donne e uomini insieme… Questo non è di Dio.

Un amore autentico

Dio ci chiama ad un amore autentico, profondo, dove si è disposti a dare la vita per qualcuno. Per questo ci dice di amarci “come io ho amato voi”. Credo che dare al Signore il comando della nostra vita è difficile. Infatti lui ce lo dice: se voi ascoltate i miei comandamenti, rimarrete nel mio amore.

La regola è questa: se noi ascoltiamo ciò che lui ci dice, quello che Dio ci dice ci porta alla sua volontà, ci porta in Paradiso, ci porta nel cammino della fede, ci dà la luce che Dio ci dona e noi la portiamo agli altri.

Chiediamo veramente al Signore di avere la capacità e il desiderio di amare soprattutto le persone difficili. Ci sono persone che è facile tenere nel cuore. È facile amare un figlio, è facile amare un fratello che ti tratta bene. Prova ad amare il fratello che ti ha fatto del male per tutta la vita, il cugino che ti sparla sempre alle spalle, o quel collega di lavoro che non ti sopporta! Non è semplice.

Amare chi ci ha ferito

Chiediamo veramente al Signore di amare come lui ha amato noi. Io oggi non credo di riuscire in questo, ma non nascondo che ci provo, chiedo al Signore il dono di perdonare anche le persone che mi hanno ferito, che mi hanno fatto del male. E non solo di perdonarle da un punto di vista interiore, che è già importante, ma anche da un punto di vista esteriore.

È importante anche trasmettere agli altri quello che Gesù ci insegna, prendere per mano le persone che ci hanno ferito. Questo credo sia testimoniare un incontro. Quando riusciamo a prendere per mano una persona che ci ha trattato male e a trattarla bene, lì stiamo parlando di Gesù, lì stiamo parlando della nostra fede, dell’amore di Dio in noi.

E quando riusciamo a fare questo il nostro cammino di fede diventa luminoso, radioso, le persone si rendono conto che hai qualcosa nel cuore.

Allora cerchiamo di chiedere al Signore di chiedere il dono di saperci abbandonare, di saperlo ascoltare, e soprattutto il dono di saper vivere secondo la sua Parola, secondo i suoi precetti, secondo i suoi comandamenti.

Sia lodato Gesù Cristo.

Redazione

Paolo è il fondatore della Luce di Maria, è un laico, padre di famiglia e sposato in chiesa.
Tutte le sere alle ore 00:00 recita in diretta Facebook e Youtube de La Luce di Maria, il Santo Rosario che accompagna con delle riflessioni spontanee sulla Parola del Vangelo del giorno a venire.

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: redazione@lalucedimaria.it