Come Maria ci insegna ad abbandonarci con fiducia in Cristo

La fede di Maria Santissima, prima adoratrice di Cristo e vera credente, guida tutti noi nel nostro cammino verso Gesù.

La fede di Maria
photo web source

Avere fede è un cammino ed un percorso non semplice per ogni cristiano, nelle vicissitudini della vita. Quale maestra migliore di fede se non Maria?

Maria, scrive l’Osservatore Romano, ci insegna la fede in Gesù e la sua presenza silenziosa ci accompagna, passo passo, durante tutta la vita del Cristo: è modello per tutti i discepoli di Gesù di come lo si accoglie, nell’Annunciazione. E’ esempio di come lo si dona agli altri con amore, nella Natività, di come lo si manifesta al mondo, nella semplicità dell’Epifania.

Di come occorre conservarle la Parola di Dio dentro di sé, durante la vita di Nazareth, di come le si deve credere, alle Nozze di Cana. Maria ci insegna come si diffonde la Parola di Dio, pensiamo alla Visitazione; di come le si deve essere fedeli, nella dimensione della Croce e sotto la Croce. Ci insegna a testimoniarla a Pentecoste.

Le sfumature della fede in Maria

Maria, continua l’Osservatore Romano, in qualità del suo essere la prima e vera Credente, aiuta tutta la Chiesa durante il suo pellegrinaggio e la sua fede, pura e ineffabile, potrebbe assumere tali sfumature:

diaconale: dopo l’Ascensione, con le sue preghiere aiutò le primizie della chiesa;

intercedente: attendendo la Pentecoste, implorava con le sue preghiere il dono dello Spirito;

esemplare: ancora oggi, per la sua piena adesione alla volontà del Padre, all’opera redentrice del suo Figlio, ad ogni moto dello Spirito Santo, la Vergine Maria è il modello della fede per la Chiesa;

perseverante: fino alla fine dei tempi, dal momento del consenso di fede prestato al tempo dell’Annunciazione, con la sua molteplice intercessione continua ad ottenerci i doni della salvezza eterna;

venerabile: nella dimensione della Croce, ad attuazione della profezia di Maria (cfr. Luca, 1, 48) e in risposta alla sua testimonianza di fede, la Santa Vergine viene dalla Chiesa giustamente onorata con un culto speciale.

missionaria: all’Epifania Maria sottolinea che la sua missione consiste nella presentazione del Cristo a tutti.

La fede di Maria nelle parole di Papa Francesco

Papa Francesco, nella sua grande devozione a Maria, ha affidato il suo pontificato alla Madonna di Fatima. Nell’omelia del 13 ottobre 2013, in occasione della chiusura del mese mariano e dell’affidamento del suo pontificato, parlava così della fede di Maria, rivelandocene il fulgido esempio:

Questa è l’esperienza della Vergine Maria: davanti all’annuncio dell’Angelo, non nasconde la sua meraviglia. E’ lo stupore di vedere che Dio, per farsi uomo, ha scelto proprio lei, una semplice ragazza di Nazaret, che non vive nei palazzi del potere e della ricchezza, che non ha compiuto imprese straordinarie, ma che è aperta a Dio, sa fidarsi di Lui, anche se non comprende tutto: “Ecco la serva del Signore: avvenga per me secondo la tua parola” (Lc 1,38). E’ la sua risposta. Dio ci sorprende sempre, rompe i nostri schemi, mette in crisi i nostri progetti, e ci dice: fidati di me, non avere paura, lasciati sorprendere, esci da te stesso e seguimi!

Papa Francesco e Maria
photo web source

Qui il Papa stava ad indicare l’abbandono totale di Maria alla volontà di Dio, chiedendo che avvenisse secondo la parola dell’Angelo inviatole. Maria ha creduto quindi e non solo: si è fidata.

“Oggi chiediamoci tutti se abbiamo paura di quello che Dio potrebbe chiederci – continua il Papa – o di quello che ci chiede. Mi lascio sorprendere da Dio, come ha fatto Maria, o mi chiudo nelle mie sicurezze, sicurezze materiali, sicurezze intellettuali, sicurezze ideologiche, sicurezze dei miei progetti? Lascio veramente entrare Dio nella mia vita? Come gli rispondo?“, continuava il Papa spiegando poi di quali siano le difficoltà nella fede, che richiede costanza, ed un’adesione sempre rinnovata al progetto di Dio.

“Maria ha detto il suo “” a Dio, un “sì” che ha sconvolto la sua umile esistenza di Nazaret, ma non è stato l’unico, anzi è stato solo il primo di tanti “sì” pronunciati nel suo cuore nei suoi momenti gioiosi, come pure in quelli di dolore, tanti “sì” culminati in quello sotto la Croce. Oggi, qui ci sono tante mamme; pensate fino a che punto è arrivata la fedeltà di Maria a Dio: vedere il suo unico Figlio sulla Croce. La donna fedele, in piedi, distrutta dentro, ma fedele e forte“.

Lasciamoci quindi sempre guidare da Maria nella fede: sarà la nostra maestra migliore e la più tenera delle madri, insegnandoci a conoscere e ad amare Cristo Gesù, nello svolgersi di tutta la nostra vita.

Elisa Pallotta

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]