Card. Napier: distruggere la famiglia, la debolezza dei Black Lives Matter

Ad intervenire sulla delicata e attuale questione delle proteste anti-razzismo è stato il Cardinal Napier, un uomo che il razzismo lo ha conosciuto e lo ha combattuto in prima persona.

Cardinal Napier
Cardinal Napier (photo websource)

Il vero problema, in tutti gli ambiti, è quando si esce dal contesto di partenza e, sulla base di quello, si vogliono raggiungere altri scopi. In questa frase è riassunto gran parte del pensiero del Cardinal Napier, protagonista, tra gli Ottanta e Novanta di diversi episodi di razzismo, che oggi vuol dire la sua sul movimento Black Lives Matters. Intervistato da La Nuova Bussola Quotidiana, il Cardinale ha spiegato, nello specifico, quali sono le debolezze di questo movimento. Leggendo il loro manifesto, il Cardinale si è reso conto che c’è la promozione dell’ideologia gender e dell’agenda anti-famiglia. Queste, secondo il Cardinale, sono le più grandi debolezze del movimento.

Card. Napier: il movimento non vuole solo sradicare il razzismo

La tematica del razzismo è particolarmente sentita dal Cardinal Wilfrid Fox Napier, un uomo che ha combattuto, in prima linea, il razzismo dell’apartheid. Per tale motivo, Napier ha voluto leggere attentamente il manifesto BLM, per rendersi effettivamente conto di quanto questa lotta c’entri con le rivendicazioni in tema razziale. Ecco, proprio da questa lettura, il Cardinale ha portato alla luce le più grandi debolezze del movimento: “Ci ho trovato, infatti, obiettivi come la distruzione della famiglia nucleare in quanto imposizione occidentale. Ma non è vero che la famiglia nucleare è l’unico tipo di famiglia che esiste in Occidente”.

Il suo pensiero sullo sradicamento delle statue religiose

In merito a una domanda specifica circa l’abbattimento delle statue religiose e degli edifici cristiani, il Cardinale ha espresso il suo fermo pensiero. Sembra quasi, sostiene con fermezza, che l’ideologia BLM voglia in qualche modo presentare tutti i bianchi come i rivali dei neri e viceversa. Non è questa, di certo, la strada da intraprendere: “Non la vedo una soluzione. L’unico modo per affrontare seriamente il problema razzismo è tornare alla Parola di Dio che definisce ciò che siamo. Ad esempio, nella Genesi si dice chiaramente che tutte le vite hanno uguale valore”.

Statua Gesù manifestanti
I Black Lives Matter vogliono abbattere le statue di Gesù

BLM e il tema dell’aborto

Ancora un’altra tematica, alquanto importante, è venuta alla luce dall’intervista del Cardinale. Il suo pensiero si è rivolto a Planned Parenthood, la più grande organizzazione abortista del mondo. Il Cardinale aveva scritto diverso tempo fa su Twitter che un test importante per l’autenticità del movimento si basava proprio sulle sue posizioni in merito a Planned Parethood. Oggi, il Cardinale sostiene che BLM “è stato un buon movimento, ma non lo è più perché nel frattempo è stato dirottato da altre ideologie e da altri interessi”. La cultura dell’aborto è, di certo, uno di questi.

Potrebbe interessarti anche: Black Lives Matter: l’annuncio dell’ultima follia minaccia la cristianità

Fabio Amicosante

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI

 

 

 

 

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]