Covid, “salvamamme”: un aiuto concreto alle donne vittime di violenza

In un momento difficile come quello che stiamo vivendo a causa della pandemia, la solidarietà torna ad essere al primo posto, in particolare verso le mamme e i loro bambini.

salvamamme
photo web source

Per le donne che cercano rifugio e che fuggono dalla violenza, nasce a Roma una particolare App dal titolo “Salvamamme”.

L’app “Salvamamme” per tutte le donne vittime di violenza

In un momento difficile come quello che stiamo vivendo, le donne si trovano ancor più sole ad affrontare tutto ciò. Nonostante le leggi, i numeri di soccorso ed aiuto, sono molte coloro che subiscono violenza e non sanno, o non fanno in tempo, a chiedere aiuto. Per aiutarle e per evitare tutto questo, nasce a Roma l’app “Salvamamme”.

Dare aiuto a mamme e bambini in difficoltà

Un’idea e un progetto portati avanti dall’associazione che porta questo nome che, da oltre 20 anni, sostiene ed aiuta tutte le donne vittime di violenza e i loro bambini. Un progetto che non si limita soltanto all’applicazione per smartphone, ma che le incoraggia e dà loro la possibilità di fuggire dall’uomo che le usa violenza, e le aiuta a trovare un luogo sicuro.

salvamamme 1
photo web source

L’App “Salvamamme, Valigia di salvataggio” è stata pensata per le donne che hanno avuto il coraggio di fuggire dalla violenza per ribaltare il proprio destino e che merita tutto il sostegno della società, ma anche per tutte coloro che vorrebbero farlo.

La “Valigia di salvataggio”

Un progetto, nato anche dalla collaborazione con la Polizia di Stato e il Gruppo Sportivo delle Fiamme Oro Rugby, prevede un piano di pronto intervento con assistenza psicologica, legale e materiale per le donne costrette alla fuga dalla loro abitazione e che rimangono prive di ogni cosa.

Dall’avvio di questo progetto, già sono state consegnate 1615 valigie a tutte le donne vittime di violenza. Un progetto che, da questo momento, non si limita solo alla città di Roma, ma per tutta Italia.

L’app “Salvamamme” non si è mai fermata, nemmeno durante il periodo di lockdown: “In quei due mesi, è stato molto più difficile per le donne vittime di violenza chiedere aiuto. Perché sempre sotto il perenne controllo dei loro mariti o compagni violenti” – hanno spiegato dall’associazione.

“Salvamamme” e “Famiglie in Emergenza”: i progetti solidali per Roma e non solo

Non solo mamme in pericolo, ma anche persone fragili possono essere aiutate attraverso questo progetto. Tanti sono quelli che, causa la quarantena o l’isolamento in questo periodo di Covid, sono rimasti senza mezzi di sussistenza.

salvamamme 2
photo web source

Grazie al gruppo bancario BNL e nel pieno anche del progetto “Famiglie in Emergenza” (nato proprio nel periodo Covid) è nata l’idea di inserire anche il “Covid Care Kit”. Si tratta di un kit composto da pigiama, pantofole, prodotti per l’igiene e dispositivi di protezione, biancheria e quanto necessario in base alle singole situazioni.

I primi cento kit personalizzabili verranno distribuiti a Roma tra le famiglie e gli ospedali che ne faranno richiesta e saranno portati a chi ne ha fatto richiesta dalle Fiamme Oro Rugby della Polizia di Stato e dell’Associazione “Angeli in Moto”.

Un aiuto che significa molto per chi lo riceve. E in periodo di pandemia, è tanto più necessario riscoprire la solidarietà.

ROSALIA GIGLIANO

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]