Alex Zanardi operato nuovamente alla testa per complicanze: come sta

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:31

Dopo il trasferimento a Villa Beretta, Alex Zanardi ha avuto bisogno di una nuova operazione neurochirurgica per insorte complicanze: scopriamo come sta.

Dopo le dimissioni dall’ospedale di Siena, si pensava che il peggio fosse passato. Ma un improvviso peggioramento ha costretto i medici ad un nuovo intervento.

Nuovo intervento per Alex Zanardi, come sta

Nelle scorse ore l’ospedale San Raffaele di Milano ha comunicato alla stampa che il campione italiano Alex Zanardi, vittima di un incidente in handbike, è stato sottoposto nuovamente ad intervento neurochirurgico. Nel comunicato della struttura ospedaliera lombarda si fa riferimento al “trattamento di alcune complicanze tardive dovute al trauma cranico primitivo“.

Leggi anche ->Papa Francesco scrive ad Alex Zanardi: la tua storia è un esempio di ripartenza

Nel comunicato dell’ospedale si legge anche che l’intervento, effettuato il giorno successivo al trasferimento a Villa Beretta è andato come previsto. Gli esami effettuati hanno confermato il buon esito dell’operazione: “gli accertamenti clinici e radiologici confermano il buon esito delle suddette cure e le attuali condizioni cliniche del paziente, tuttora ricoverato in Terapia Intensiva Neurochirurgica, appaiono stabili“.

Leggi anche ->Zanardi, parla il medico: Alex oggi inizia un nuovo percorso – VIDEO

La lotta di Alex per rimanere in vita

Alex Zanardi è un combattente di natura. Dopo l’incidente automobilistico che gli è costato la carriera come pilota e le gambe, non si è mai demoralizzato ed è riuscito a reinventarsi. In questi anni è diventato un emblema degli atleti paralimpici ed un esempio per tutti coloro che hanno un incidente che cambia la vita. Lo scorso 19 giugno l’incidente in handbike ha fatto temere il peggio.

zanardi

Le condizioni del campione erano gravissime, ma dopo un doppio delicatissimo intervento sono migliorate e sono rimaste stabili a lungo; tanto da far pensare ad un possibile risveglio dal coma la settimana successiva. Invece c’è stato bisogno di un secondo intervento e solo dopo un mese di ricovero è stato dimesso dall’ospedale di Siena in cui era stato ricoverato. Ora questa ennesima operazione e la speranza rinnovata di poterlo vedere nuovamente in pubblico. Lui di certo lotterà finché ne avrà forza e se sarà possibile tornerà con più grinta di prima.

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI

Luca Scapatello

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]