Zack, morto e risorto a soli 17 anni – VIDEO

I medici non sanno dire cosa sia accaduto a Zack Clements, un giovane ragazzo del Texas, protagonista, lo scorso Maggio, di una storia al di la del normale, che sfida ogni bollettino medico.

Il giovanissimo ragazzo, di soli 17 anni, ha avuto un malore, durante una lezione di ginnastica, nella sua scuola.

Lui che è uno sportivo, un giocatore di football, e segue una corretta alimentazione, è stramazzato al suolo, privo di sensi.

Non solo: il suo cuore si è fermato, ha smesso di battere!

Trasportato di corsa nell’ospedale più vicino, è rimasto in quello stato, in arresto cardiaco, per ben 20 lunghissimi minuti.  

Passato dall’arresto cardiaco al come, ha poi sostato in osservazione per tre giorni. Dopo di che, si è semplicemente risvegliato, come se quel tempo e quelle tragiche vicende non fossero mai avvenute.

Nulla aveva intaccato il suo stato di salute, ma, aprendo gli occhi, Zack ha raccontato, ai suoi genitori prima, al resto del mondo poi, cosa aveva vissuto in quei momenti, in cui i dottori stavano decidendo di dichiararlo deceduto:

“Quando ero fuori, in quei 20 minuti, ho visto un uomo che aveva una lunga e folta barba arruffata e i capelli lunghi, non mi ci è voluto molto per capire che quello era Gesù’.”.

“Mi sono avvicinato a lui, mi ha messo la mano sulla spalla e mi ha detto che tutto sarebbe andato bene e di non preoccuparmi.”.

Zack, o almeno la sua anima, è stato in un altro luogo, mentre i suoi genitori la osservavano senza vita e senza parole.

I medici, ora, proprio non sanno come spiegarlo, scientificamente. Solo un atto di fede può aprire gli occhi sulla strana vicenda, che il diciassettenne mai dimenticherà: “Mi sono svegliato e ho raccontato quello che ho vissuto; quello che ho provato non si può spiegare. Non è umanamente possibile da spiegare.”.