Yoga ginnastica o religione? La vera posizione della Chiesa

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:25

Lo Yoga si sta diffondendo sempre di più nella società occidentale, in cosa consiste? La posizione della Chiesa ed il perché su questa pratica.

Yoga
(Websource/Archivio)

Nato originariamente come esercizio di meditazione, gli asiatici ritengono che lo Yoga serva ad aprire i chackra e ampliare il potere spirituale.

La diffusione dello Yoga

Arrivato in occidente all’inizio degli anni ’80 attraverso gli Stati Uniti, lo Yoga è una disciplina sempre più diffusa anche nelle palestre italiane. Sicuramente l’influenza mediatica e culturale americana (così come per Halloween e Babbo Natale) hanno avuto un ruolo decisivo affinché si diffondesse. Si tratta principalmente di esercizi di stretching che servono a migliorare l’elasticità del corpo e correggere alcuni vizi posturali. Gli esercizi sono solitamente accompagnati dalla respirazione, elemento fondamentale per il rilassamento mentale e fisico di chi lo pratica. La facilità nel praticarlo (dopo averne appreso le tecniche lo si può fare in autonomia) ed i benefici fisici hanno completato il processo di diffusione.

La posizione della Chiesa sullo yoga

Sappiamo che diversi uomini di chiesa non approvano l’utilizzo dello yoga su base quotidiana. Questa netta opposizione non è dovuta agli esercizi in sé, ma all’origine di questa pratica nella società orientale. Questo infatti era considerato uno strumento per amplificare la meditazione, in modo tale da permettere una crescita spirituale del soggetto fino all’ottenimento del Nirvana. Questo stadio non è altro che una totale apertura al cosmo e al mondo degli spiriti, attraverso il quale si dovrebbe massimizzare le nostre capacità e addirittura ottenerne alcune sovrannaturali.

Il concetto base, dunque, è che ogni soggetto possa ottenere capacità divinatorie. Risulta normale che per la Chiesa cattolica tale concetto non può essere accettato. Per il cattolicesimo esiste un solo Dio e nessun credente cattolico può praticare una disciplina di questo tipo senza andare contro alla dottrina. Il concetto è stato spiegato anni addietro da Benedetto XVI nel corso di un’intervista nella quale gli chiedevano un parere sullo yoga cristiano. A tale domanda rispose seccamente che tutto ciò che è collegato allo yoga non è cristiano.

Le posizioni di Padre Amorth e Tarcisio Mezzetti

Dello stesso avviso del Santo Padre emerito è stato per tutta la vita anche il noto esorcista Padre Amorth. Questo ha spiegato in più di un’occasione come lo yoga, insieme alle altre pratiche orientali, possono sembrare innocue ma così non è. In un’intervista concessa a Mariagrazia Cucinotta all’Umbria International Film Festival, l’esorcista ha sentenziato senza possibilità di dubbio: “Pratiche orientali apparentemente innocue come lo yoga sono subdole e pericolose. Pensi di farle per scopi distensivi ma portano all’induismo. Tutte le religioni orientali sono basate sulla falsa credenza della reincarnazione”.

Nel 2015 anche Tarcisio Mezzetti, professore di ‘Complementi di Chimica e Tossicologia’ all’Università di Perugia ha espresso la propria opinione a riguardo. Intervistato da ‘Testimonianze di Fede’, il docente ha spiegato cosa sarebbe lo Yoga: “Non è una meditazione ma bensì è una religione, il punto è che ci vogliono far credere che sia soltanto una ginnastica praticata nelle palestre, ma ciò non è vero. Dietro allo yoga si nasconde il discorso dei chakra , dei poteri su cui si concentrano le possibilità strane dell’uomo e via via, si arriva alla negazione del cristianesimo”. Nel continuare la sua spiegazione, Mezzetti citava proprio le parole di Benedetto XVI.

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI

Luca Scapatello

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]