Il Vangelo di oggi ci dice: “Chi è senza peccato, scagli la prima pietra”

“Chi è senza peccato, scagli la prima pietra”. Nel Vangelo odierno Gesù dà prova di come funziona la misericordia divina e di come ognuno di noi possa redimersi dal proprio peccato.

Il Vangelo di oggi ci dice

Gesù salva una donna dalla lapidazione, facendo capire ai suoi accusatori che nessuno che ha peccato ha il diritto di giudicare.

Un gruppo di farisei ha catturato una donna che ha commesso adulterio e l’ha condotta da Gesù. Gli dissero che per la legge di Mosè bisognava lapidarla e gli chiesero un parere. Il Cristo inizialmente li ignorò, ma questi insistettero, volevano che commettesse qualche errore e che ci fosse un motivo per accusarlo. Lui allora disse loro: chiunque di voi non abbia commesso peccato scagli una pietra. La folla di accusatori si dissolse, lasciando la donna e Gesù da soli. A quel punto lui le disse che aveva ricevuto il perdono da tutti e che anche lui glielo avrebbe concesso. Era libera d’andare, però doveva promettere di non peccare più.

Il peccato e la misericordia

Dal Vangelo secondo Giovanni (8,1-11): “In quel tempo, Gesù si avviò verso il monte degli Ulivi. Ma al mattino si recò di nuovo nel tempio e tutto il popolo andava da lui. Ed egli sedette e si mise a insegnare loro. Allora gli scribi e i farisei gli condussero una donna sorpresa in adulterio, la posero in mezzo e gli dissero: «Maestro, questa donna è stata sorpresa in flagrante adulterio. Ora Mosè, nella Legge, ci ha comandato di lapidare donne come questa. Tu che ne dici?». Dicevano questo per metterlo alla prova e per avere motivo di accusarlo.
Ma Gesù si chinò e si mise a scrivere col dito per terra. Tuttavia, poiché insistevano nell’interrogarlo, si alzò e disse loro: «Chi di voi è senza peccato, getti per primo la pietra contro di lei». E, chinatosi di nuovo, scriveva per terra. Quelli, udito ciò, se ne andarono uno per uno, cominciando dai più anziani. Lo lasciarono solo, e la donna era là in mezzo. Allora Gesù si alzò e le disse: «Donna, dove sono? Nessuno ti ha condannata?». Ed ella rispose: «Nessuno, Signore». E Gesù disse: «Neanch’io ti condanno; va’ e d’ora in poi non peccare più»”.

Cosa ci insegna il Vangelo di oggi?

Cosa ci dice il Vangelo odierno? Per spiegarlo prendiamo in prestito le parole del Santo Padre durante l’Angelus del 8 aprile del 2019: “Gesù perdona la donna e crea per lei, come per tutti noi, una strada di misericordia, senza pietre. Lui ci perdona e ci invita a pregare e ad andare sempre avanti. Lui ci dona il perdono, ci dona la possibilità di riconciliarci con lui se riconosciamo pienamente i nostri peccati“. La strada della Misericordia è ciò di cui ogni cristiano può usufruire quando pecca. Confessare il peccato e ricevere il perdono è un percorso obbligatorio per svuotare la propria coscienza e incamminarsi verso un cammino di piena conversione. Nessuno è senza peccato, non lo erano nemmeno i farisei, i quali, difatti, rinunciarono a punire la donna.

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI

Luca Scapatello

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: redazione@lalucedimaria.it