Vangelo del giorno secondo Matteo 9,14-17- audio e commento

Vangelo di oggi 7 luglio 2018 sabato
“….verranno i giorni in cui lo sposo verrà loro tolto, allora digiuneranno…”

Vangelo di oggi 7 luglio 2018 sabato – XIII settimana del tempo ordinario – I del salterio – ANNO B

Dal Vangelo secondo Matteo 9,14-17
In quel tempo, si accostarono a Gesù i discepoli di Giovanni e gli dissero: «Perché, mentre noi e i farisei digiuniamo, i tuoi discepoli non digiunano?».
E Gesù disse loro: «Possono forse gli invitati a nozze essere in lutto mentre lo sposo è con loro? Verranno però i giorni quando lo sposo sarà loro tolto e allora digiuneranno.
Nessuno mette un pezzo di stoffa grezza su un vestito vecchio, perché il rattoppo squarcia il vestito e si fa uno strappo peggiore.
Né si mette vino nuovo in otri vecchi, altrimenti si rompono gli otri e il vino si versa e gli otri van perduti. Ma si versa vino nuovo in otri nuovi, e così l’uno e gli altri si conservano».
PAROLA DEL SIGNORE

Con la venuta di Gesù è finita l’attesa caratterizzata dalla penitenza e dal digiuno. Quando lo Sposo è con noi si entra nella sua stessa gioia e il cuore di tutti gli amici dello sposo sono colmati di pace. Avendo Gesù con noi tutta vita si rinnova: non più un semplice rattoppo, ma il vestito nuovo; non più gli otri vecchi ma otri nuovi per il vino nuovo dello Spirito. Ma dopo aver compiuta la sua missione lo Sposo è salito presso il Padre là dove è preparata le festa di nozze del Figlio, una festa che non avra più termine. Questo tempo di attesa però che caratterizza il cammino di tutta la Chiesa è segnato dall’assenza fisica dello Sposo, anche se Lui ci ha assicurato la sua continua presenza spirituale. Il digiuno e la penitenza sono allora necessari insieme alla preghiera del cuore per mantenere vigile la nostra anima e prepararla all’incontro con Lui quando verrà. Ci aiuti Maria SS. a camminare incontro al suo Figlio mantenendo il nostro cuore aperto e disponibile per il suo Figlio. Per questo rinnoviamo, in questo primo sabato del mese, la nostra piena consacrazione al suo Cuore Immacolato. Buona giornata. Vi benedico. Don Gaetano