Vangelo del giorno secondo Marco 9,41-50 – audio e commento

Vangelo di oggi 24 Maggio 2016 giovedì
” Chiunque vi darà un bicchiere d’acqua perchè siete di Cristo…”

Vangelo di oggi 24 Maggio 2016 giovedì della VII settimana del Tempo Ordinario – III del salterio – ANNO B

Dal Vangelo secondo Marco 9,41-50
In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Chiunque vi darà da bere un bicchiere d’acqua nel mio nome perché siete di Cristo, vi dico in verità che non perderà la sua ricompensa.
Chi scandalizza uno di questi piccoli che credono, è meglio per lui che gli si metta una macina da asino al collo e venga gettato nel mare.
Se la tua mano ti scandalizza, tagliala: è meglio per te entrare nella vita monco, che con due mani andare nella Geenna, nel fuoco inestinguibile.
.
Se il tuo piede ti scandalizza, taglialo: è meglio per te entrare nella vita zoppo, che esser gettato con due piedi nella Geenna.
.
Se il tuo occhio ti scandalizza, cavalo: è meglio per te entrare nel regno di Dio con un occhio solo, che essere gettato con due occhi nella Geenna,
dove il loro verme non muore e il fuoco non si estingue».
Perché ciascuno sarà salato con il fuoco.
Buona cosa il sale; ma se il sale diventa senza sapore, con che cosa lo salerete? Abbiate sale in voi stessi e siate in pace gli uni con gli altri».

PAROLA DEL SIGNORE

L’amore al prossimo è il secondo comandamento simile al primo che ci insegna di amare Dio con tutto il cuore, con tutta l’anima e con tutte le forze. La carità fraterna è animata innanzitutto dal primo comandamento: amo il prossimo vendendo in lui Dio stesso e come discepolo di Cristo, lo stesso Cristo Signore, per cui qualunque facciamo al più piccolo dei fratelli e tra questi ad ogni discepolo di Cristo, Gesù la ritiene fatta a se stesso. E Lui ricompensera’ questa opera buona con la beatitudine eterna. Ma anche chi scandalizza i più piccoli reca danno non solo a chi viene scandalizzato ma offende direttamente Gesù che é in loro! Ecco allora la necessità della penitenza che deve purificare ogni nostro comportamento ( piedi e mano ) e ogni nostro desiderio interiore ( occhi e sguardo impuro ). Chiediamo nella preghiera fiduciosa di “essere salati con il fuoco” dello Spirito per dare sapore di virtù e di santità edificando nel bene il nostro prossimo. La Santa Vergine Maria, Aiuto dei cristiani, ci custodisca dal “fuoco della passione impura” e ci aiuti a mantenere il nostro cuore puro e santo, pieno di amore per il nostro prossimo. Buona giornata. Vi benedico. Don Gaetano