Un milione di bambini in preghiera un sogno? No Una profezia che si può realizzare

 

Un invito alla preghiera molto particolare rivolto ai bambini quello fatto dell’associazione in aiuto della chiesa che soffre, portare un milione di bambini in tutto il mondo a recitare il santo rosario per l’unità e la pace. Questa lodevole iniziativa è nata a Caracas in Venezuela nel lontano 2005 ,tutto si è sviluppato da un gruppo di preghiera dove erano presenti molti bambini che recitavano il rosario e i presenti grazie alla loro preghiera hanno avvertito molto forte la presenza della vergine Maria e si sono ricordati della particolare devozione a questa preghiera da parte di Padre Pio. Hanno interpretato  alla lettera la profezia fatta dal santo di Pietrelcina  “Se un milione di bambini pregheranno insieme il Rosario, il mondo cambierà”.

Da quel giorno il 18 ottobre ogni anno attraverso le 21 sedi dell’associazione nate in vari paesi del mondo, dove tutti i continenti sono rappresentati, la fondazione pontificia invita tutti i bambini del mondo ad unirsi in preghiera formando una grande catena umana. le Acs dal canto loro si impegnano ad insegnare e a divulgare la preghiera del santo Rosario soprattutto tra i bambini creando per l’occasione un piccolo opuscolo col quale si insegna ai più piccoli come recitarlo. Il libricino si intitola :“Noi bambini preghiamo il rosario” il sussidio è stato tradotto in otto lingue e ne sono state distribuite oltre 600,000 copie in tutti i paesi del mondo. Le Acs attraverso i loro volontari invitano tutti i genitori, insegnanti ,operatori e quanti si occupano del mondo dell’infanzia di divulgare in scuole, asili, orfanotrofi, ospedali pediatrici in qualsiasi luogo che riunisca e faciliti l’incontro di bambini, di chiedere ed esortare tutti questi piccoli alla recita della corona del rosario, regalando a tutti loro una bellissima bibbia illustrata per bambini stampata nel 1979 in più di 170 lingue  e ne sono sono state distribuite oltre 50 milioni di copie per la felicità e la gioia dei bambini che sembrano apprezzare molto il regalo.
Vogliamo elogiare questa bellissima iniziativa che viene fatta proprio nel mese di ottobre mese dedicato al santo Rosario.