«Vorrei tanto morire qui» Succede anche questo a Medjugorje.

novena03

Parliamo di una storia molto particolare che riguarda le apparizioni mariane che avvengono a Medjugorje, la signora Emilia di 62 anni moglie di uno stimato artigiano edile di Ghirano, Giacomo Baita. Si è recata in pellegrinaggio nel piccolo villaggio Bosniaco come quasi  tutti i pellegrini con un gruppo di fedeli organizzato e guidato dal cavalier Rino Santarossa aiutato nell’organizzazione dei volontari della parrocchia di Villanova.

Improvvisamente la mattina alle 8,00 mentre faceva colazione è stata colpita da un infarto fulminante che ha stroncato la sua vita, tutti i tentativi di rianimarla e di soccorrerla sono stati vani.

Ecco il racconto del signor Nino: “Siamo partiti in pellegrinaggio alla volta di Medjugorje giovedì scorso, racconta il capo comitiva, il cavalier Rino Santarossa, anima del volontariato locale di Villanova, «Alle otto di questa mattina (ieri per chi legge) Emilia si è sentita male, mentre facevamo colazione nel ristorante dell’albergo che ci ospita per questi giorni.

Proprio mentre stava bevendo il caffè Emilia si è accasciata a terra, accusando un attacco cardiaco. Purtroppo nonostante la rapida chiamata dei soccorsi, non c’è stato nulla da fare”.

Certamente la morte improvvisa della signora Emilia ha sconvolto tutti gli altri partecipanti al pellegrinaggio che hanno dovuto per forza rientrare visto che il loro rientro era programmato per il giorno stesso della morte. ecco le loro testimonianze : «Emilia stava bene – raccontano proprio il giorno precedente eravamo saliti sul monte delle apparizioni ed Emilia aveva fatto tutto la strada senza lamentarsi. La serata era poi trascorsa serenamente. Questa era la seconda volta che Emilia veniva a Medjugorje col nostro gruppo, era un luogo che le piaceva molto».

 

Un dettaglio raccontato dal cavalier Santarossa è particolarmente singolare : «In questi giorni Emilia mi aveva ripetuto più volte che desiderava tanto venire a morire a Medjugorje. Io le avevo risposto sdrammatizzando, dicendole che non erano pensieri da fare. Mi aveva ripetuto questa sua volontà in maniera decisa e per diverse volte in questi pochi giorni».

La donna lascia oltre al marito la figlia Anna che gestisce un locale molto in per giovani, in località Terrazza Tosca, sito accanto al santuario della Madonna dei miracoli.

La famiglia anche se nel dolore ha dovuto organizzare è  ottemperare a tutte le pratiche burocratiche necessarie per il rimpatrio della salma. I funerali si sono tenuti a Ghirano ai quali hanno partecipato moltissime persone che si sono strette intorno al dolore della famiglia.