Il racconto di una musulmana convertita al cristianesimo: “Gesù mi ha guarita”

Gulshan Fatima, donna musulmana, si è convertita al cristianesimo quando Gesù le ha parlato e le ha chiesto di cercare informazioni su di lui nel Corano.

Foto dal Web

La ragazza era rimasta orfana ed era paralitica sin da quando era neonata, la sua fede in Dio è stata premiata con una guarigione.

La paralisi

Sul sito ‘Notizie Cristiane’ viene riproposto il racconto di una donna musulmana che ha scoperto Gesù nel momento più drammatico della sua vita. Nata in Pakistan, Gulshan Fatima, era la quinta di cinque fratelli nati da una famiglia di cultura musulmano sciita. A sei mesi, a causa del Tifo, la piccola ha perso la sensibilità agli arti inferiori ed è stata costretta a muoversi con una carrozzella. Il padre, uomo di ferrea fede musulmana, ha cercato di insegnarle tutto ciò che sapeva sulla religione, convinto che in questo modo l’avrebbe salvata dai pericoli del mondo.

Leggi anche ->Meahb è tornata a camminare miracolosamente: “Era il piano di Dio”

Al contempo quell’uomo amorevole ha cercato il parere dei migliori esperti per capire se ci fossero speranze che la figlia potesse acquisire l’uso delle gambe. Purtroppo nessun medico è stato in grado di promettergli che un’operazione avrebbe cambiato la condizione della figlia. Deciso a fare un ultimo tentativo, l’uomo la portò in Inghilterra da uno dei migliori specialisti al mondo, ma anche quel medico, dopo una visita, gli disse che l’unica speranza era affidarsi alla preghiera.

Leggi anche ->Il piccolo Landen vivo per miracolo: “Mi hanno salvato gli Angeli”

La morte del padre

Nel 1968 l’uomo morì e le sue ultime parole furono di conforto a Gulshan: le disse di non disperare poiché le aveva lasciato averi in quantità per essere servita e riverita e di non perdere la fede. La giovane, però, senza quel padre che da sempre vegliava su di lei si senti perduta. Così nei giorni immediatamente successivi pensò intensamente al suicidio.

L’incontro con Gesù e la conversione dalla fede musulmana a quella cristiana

Proprio nel momento di massima disperazione, Gulshan ha cominciato ad urlare contro Dio, chiedendo cosa avesse fatto di male per essere costretta a vivere in quella condizione. Quando smise di urlare udì una voce che le sussurrava: “Non ti lascerò morire. Resterai in vita”. Sorpresa, chiese chi fosse a parlare e la voce le disse: “Sono Gesù, il Figlio di Dio. Leggi di me nel Corano nel Sura Maryam e mi troverai“. Il giorno seguente la ragazza musulmana si mise a leggere il Testo Sacro e scoprì che il “Profeta Gesù” era stato capace in vita di grandi miracoli. A quel punto chiese la guarigione: “Oh Gesù, il Corano dice che tu abbia risuscitato i morti e guarito i lebbrosi e fatto molti miracoli. Allora guarisci anche me”.

Quella notte la sua camera s’illuminò a giorno e la ragazza terrorizzata si coprì con un lenzuolo. Quando riemerse dalle coperte vide la stanza piena di persone e si chiese come fosse possibile, ma presto le sarebbe stato tutto chiaro. Una voce infatti le disse: “Alzati! Questo è il cammino che cerchi da tempo. Sono Gesù, Colui che invochi. Eccomi, ti sto dinanzi! Alzati e vieni da me!“. Gulshan rispose che non poteva e si mise a piangere, ma Gesù ha insistito: “Alzati e vieni da me! Sono Gesù!”. Spinta dalla richiesta, la giovane mise i piedi per terra e riuscì ad alzarsi.

Era incredula, ma riusciva a camminare. A quel punto Gesù le disse: “Sono Gesù. Sono l’Emmanuele. Io sono la Via, la Verità e la Vita. Io sono il Vivente e sto per tornare. Da oggi tu sarai mia testimone. Ciò che hai visto con i tuoi occhi, questo devi portare al mio popolo. Il mio popolo è il tuo popolo. Tu devi rimanermi fedele e portare questo messaggio al mio popolo”. Dopo il miracolo ricevuto la giovane musulmana non aveva dubbi sul fatto che Gesù fosse l’unico vero Dio e da quel momento ne divenne sua testimone.

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI

Luca Scapatello

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]