Teresa, baby sitter italiana, uccisa in Svizzera. Ha difeso i suoi bambini

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:08

Una storia che ha dello sconcertante e che riguarda una baby sitter italiana. È morta nel tentativo di cercare di difendere i bambini che accudiva.

In Svizzera, una baby sitter italiana è morta aggredita da un giovane con problemi psichiatrici che è entrato nella casa dove lavorava.

Baby sitter uccisa in Svizzera

Una tragedia che ha dell’incredibile. Una donna di 46 anni, originaria della Calabria, è morta in Svizzera nella casa dove lavorava come baby sitter, aggredita da un giovane con problemi psichiatrici che si è introdotta nell’abitazione dove lavorava.

Teresa è morta difendendo i bambini

Teresa, questo il nome della vittima, è morta nel tentativo di difendere i bambini che aveva in custodia dagli attacchi dello squilibrato che le era entrato in casa. La Polizia è riuscita a fermare l’uomo, uccidendolo, ma troppo tardi. L’assassino aveva già ucciso la donna italiana.

I funerali a Verona, dove viveva

Teresa era di origini calabresi, ma da tempo viveva a Verona. L’omicidio è avvenuto nella cittadina di San Gallo, in Svizzera. In provincia di Verona, dove viveva Teresa, si sono celebrati i suoi funerali.

bambini 1
photo web source: informazione.it

Anche noi ci uniamo alla preghiera per questa donna così coraggiosa, che ha difeso dei bambini dalle mani di uno squilibrato senza scrupoli.

Fonte: rainews.it

ROSALIA GIGLIANO

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]